Con le attività promosse nell’ambito della Linea di Ricerca sull’Innovazione politica la Fondazione Giangiacomo Feltrinelli vuole proporsi come un luogo in cui affrontare a diversi livelli e con interlocutori differenti, i temi caldi della politica e dei mutamenti cui sono soggette le forme della democrazia nella nostra epoca.


In primo piano:

La questione afroamericana negli USA

Martin_Luther_King_Jr_St_Paul_Campus_U_MN

Il 27 febbraio si terranno le primarie per la nomination democratica nella corsa alla Casa Bianca in South Carolina. Determinante sarà il voto della comunità afroamericana, che conta circa il 55% di coloro che saranno interessati dalla consultazione.

Se, all’inizio, la candidatura di Hillary Clinton sembrava in netto vantaggio nei favori del voto nero, si è assistito negli ultimi giorni all’endorsement di alcuni intellettuali di prestigio download_provadella comunità afroamericana per Bernie Sanders e per le sue proposte radicali. Tra questi, particolarmente significativa è stata la presa di posizione di Cornel West, che ha invitato senza mezze parole a sostenere Sanders.

Un altro appoggio, che può risultare significativo specie per le sue ripercussioni sul voto giovanile, è venuto a Sanders dal rapper Michael Render (in arte Killer Mike).

Secondo alcuni analisti la comunità afroamericana potrebbe spaccarsi in senso generazionale nel corso di queste primarie: da una parte gli storici attivisti per i diritti civili e i più anziani, che resteranno ancorati al loro rapporto con i Clinton e dall’altra i giovani, che si sono radicalizzati nel contesto della crisi degli ultimi anni e che hanno attraversato l’esperienza di movimenti come Occupy Wall Street e, soprattutto, Black Live Matters e che per tanto potrebbero essere più inclini a sostenere il programma di cambiamento incarnato da Bernie Sanders.

 

Ilmanifestazione_prova tema della rappresentanza, dei diritti e delle aspirazioni della comunità afroamericana ritorna così con prepotenza in primo piano ed esige nuove risposte in un contesto nuovo a 51 anni esatti dalla morte di Malcolm X, assassinato a New York il 21 febbraio del 1965.

La Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, nel suo caratterizzante patrimonio documentale, raccoglie una sezione della propria biblioteca interamente dedicata al problema razziale e alle tematiche inerenti la lotta per l’emancipazione della comunità afroamericana, dalle prime denunce della schiavitù a quella delle pratiche razziste e segregazioniste, dalle lotte per i diritti civili degli anni Cinquanta, Sessanta e Settanta, all’impegno nonviolento di Martin Luther King, dalle iniziative di proselitismo dei Black Muslims alla lotta per l’emancipazione dei neri di Malcolm X, fino alla nascita del Black Panther Party. Per saperne di più, CLICCA QUI e consulta il catalogo.

 


Photogallery

Visita la gallery con le immagini tratte dal patrimonio documentale della Fondazione Giangiacomo Feltrinelli sulla questione afroamericana e razziale negli Stati Uniti d’America.

Accanto alla copertina di Goodbye to Uncle Tom, un testo classico del percorso di emancipazione della comunità afroamericana, si trovano le illustrazioni tratte dalla rivista Black Panther e da altre testate della controcultura americana, ad alcune celebri immagini dell’epoca che ritraggono i campioni della lotta per il riconoscimento dei diritti dei neri, Martin Luther King e Malcolm X, le marce per i diritti civili e il processo di appropriazione di una piena cittadinanza tramite l’inserimento nel processo elettorale.

 

 

La Fondazione ti consiglia