08.11.2021 | 13.12.2021 | 01.2021


Iniziativa pubblica in tre città italiane: Varese, Lecce, Bologna

Gli incontri si possono seguire anche in streaming
sul sito della Fondazione
 fondazionefeltrinelli.it/live e sulla pagina Facebook 


Di cosa parliamo?

Nel corso del 2020 Fondazione Leonardo Civiltà delle Macchine e Fondazione Giangiacomo Feltrinelli hanno promosso il ciclo di incontri «Tempi Moderni 2030» riportando l’attenzione sulla centralità della manifattura per il sistema paese. Tempi Moderni 2030 ha investigato i problemi aperti dalla scomparsa dell’Italia industriale e ha cercato di individuare nuovi indirizzi di sviluppo sostenibile, a partire proprio dalla tabula rasa lasciata dalla stagnazione economica e dalla crisi sanitaria del Covid-19.

Il ciclo di incontri 2020 ha toccato Genova, Napoli e Taranto, tre città che, più di altre, rappresentano questo momento di transizione fra il vecchio e un nuovo modello che già si intravede, ma va ancora completato, reso solido e propulsivo. Il ciclo ha offerto uno sguardo sul presente dall’angolo visuale delle polarizzazioni di classe, dell’assottigliamento del ceto medio e dei conflitti che oggi investono i territori.

«Tempi Moderni 2050» intende portare al centro del dibattito il tema dei distretti industriali, analizzando la tradizione manifatturiera e artigianale italiana, e sottolineando l’importanza delle competenze per creare nuove reti produttive che favoriscano la contaminazione tra ricerca e formazione, da un lato, e la realtà produttiva dei territori, dall’altro. Attraverso la creazione di «distretti delle competenze» è possibile riattualizzare le tradizioni che appartengono alla memoria storica del lavoro insieme al suo patrimonio materiale e immateriale, rilanciando la crescita sostenibile di territori attraverso percorsi professionali aggiornati per le nuove generazioni, soprattutto sfruttando le potenzialità del digitale.

Nel contesto del ciclo, il sistema della formazione secondaria e in particolare gli Istituti Tecnici Superiori rivestono un ruolo di cruciale importanza come ponte di collegamento tra scuola e industria. L’obiettivo di Tempi Moderni 2050 è quello di diffondere tra gli attori politici e sociali la consapevolezza della necessità di un cambiamento di paradigma produttivo, capace di rivitalizzare le tradizioni dei distretti industriali italiani attraverso un nuovo modello di valorizzazione del capitale umano e sociale.

«Tempi Moderni 2050» toccherà tre città:  Varese, Lecce e Bologna, attraverso le quali indagare la tradizione storica dei distretti industriali il loro ruolo nel presente dell’economia italiana e il loro possibile futuro.

Ripercorri il primo appuntamento


#1 | 8 novembre 2021 | ore 18.30

Volandia – Parco e Museo del Volo, via per Tornavento 15, Somma Lombardo, Varese


Con
Giacinto Carullo, Chief Procurement & Supply Chain Officer di Leonardo
Guido Guidesi, Assessore allo sviluppo economico, Regione Lombardia
Claudia Mona, Vice Presidente UNIVA, Managing Director Secondo Mona S.p.A.
Angelo Vallerani,  Presidente Lombardia Aerospace Cluster (LAC) – OHB Italia
Racconto visivo
Niccolò Biddau, fotografo
Modera
Cinzia Poli, conduttrice radiofonica

→ Scarica l’invito in PDF


Biografie

Giacinto Carullo, Chief Procurement & Supply Chain Officer di Leonardo

Si è laureato in Ingegneria Meccanica e ha ottenuto un Master in Procurement & Supply Chain Management dal MIP Business School a Milano. Ha iniziato la sua carriera nell’industria Automotive ricoprendo diverse posizioni in area Manufacturing e nel Procurement. E’ entrato in Leonardo-Finmeccanica nel 2013 come VP Strategic Sourcing per la Divisione Elicotteri. Nel 2020 è diventato Chief Procurement & Supply Chain Officer.

Guido Guidesi, Assessore allo sviluppo economico, Regione Lombardia

"Diplomato come ragioniere amministrativo presso l’Istituto Tecnico Economico G. D. Romagnosi di Piacenza. In seguito ha lavorato come impiegato fiscalista presso la Confartigianato della Provincia di Lodi e come impiegato bancario presso la Banca di Credito Cooperativo Centropadana. Ha collaborato con la giunta della regione Lombardia con l’assessorato attività produttive e con l’assessorato agricoltura. Nel 2021 il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana, lo nomina Assessore Regionale allo Sviluppo economico.

Claudia Mona, Managing Director Secondo Mona S.p.A.- Vice Presidente UNIVA

Laureata in Scienze Politiche con indirizzo internazionale. Ha svolto uno stage a Bruxelles in Commissione europea, lavori in Germania, a Londra e Milano. "/ Poi il richiamo familiare ad inserirsi in azienda, dove ha trovato un terreno per lei molto diverso, fortemente tecnico e prettamente maschile, anche militare. All’inizio Mona si è occupata di comunicazione, con l’organizzazione del centenario dell’azienda nel 2003. Dalla comunicazione, la manager è poi passata all’aspetto economico e finanziario dell’azienda.

Angelo Vallerani,  Presidente Lombardia Aerospace Cluster (LAC) – OHB Italia

Dopo gli studi ha lavorato per anni nella società di Palo Alto (California), specializzata nella realizzazione di satelliti e velivoli spaziali: la Space Systems Loral, per la quale si è occupato dello sviluppo del progetto Globalstar Satellite Constellation. Da qui il passaggio poi in CGS. Vallerani è responsabile del Business Development di CGS – Compagnia Generale per lo Spazio, azienda di Milano operante nel comparto dei Sistemi Spaziali, in particolare dei satelliti e dei payloads scientifici appartenente al Gruppo OHB, di cui l’Ing. Vallerani è componente dell’Executive Committee Board.

Niccolò Biddau, fotografo

Niccolò Biddau è riconosciuto come uno dei migliori fotografi industriali e di architettura. Le sue fotografie fanno parte di collezioni museali e private, sono state pubblicate su riviste, esposte in musei, fiere e gallerie in Italia e nel mondo, più di venti libri sono stati pubblicati sul suo lavoro. Ha fotografato più di 500 industrie italiane, tra le più rappresentative del Made in Italy.

Modera
Cinzia Poli, conduttrice radiofonica


#2 | 13 dicembre 2021

Bologna


#3 | gennaio 2022

Lecce

 

Presto online informazioni e aggiornamenti sull’iniziativa

In collaborazione con Fondazione Leonardo – Civiltà delle Macchine.

Condividi