Il Vietnam

Pannello 4

Tra il 1965 e l’inizio del 1973, quando avvenne il ritiro statunitense dal Vietnam, l’opposizione alla guerra fu il tema in assoluto più condiviso e unificante per tutte le componenti del Movement. Non c’è foglio della stampa underground (qui: Quicksilver Times di Washington, Chicago Seed, The Great Speckled Bird di Atlanta, Hundred Flowers di Minneapolis), delle riviste radicali-pacifiste (Liberation) o pacifiste-femministe (Win), che non abbia dedicato alla guerra sia copertine, sia disegni e fotografie a illustrazione degli articoli al suo interno. Ognuno con la sua impostazione grafica e, di volta in volta, con l’individuazione di un sotto-tema o episodio su cui puntare l’attenzione: le donne vietnamite combattenti, il massacro di Song My (o My Lai, dove i soldati statunitensi uccisero più di 300 civili inermi nel marzo 1968), il sostegno ai disertori, gli scarponi “vuoti” (poi adottati, insieme con il fucile piantato a terra e l’elmetto appoggiato sul suo calcio, come simbolo dei caduti americani nei monumenti alla loro memoria).

Guarda la photogallery

Per iniziare la visita alla mostra virtuale, basta cliccare su una delle immagini che seguono. Potete procedere nell’ordine consigliato oppure visualizzare i singoli oggetti.


La Polonia di Solidarność
La nuova frontiera americana
Cile 1973
Mostra Russia