Articoli e inchieste

Cosa penso del Cremlino?
L’opinione pubblica russa e le elezioni


Tempo di lettura: minuti

L’opinione pubblica russa sta con Putin, ma resta difficile capire in che termini in un paese dove le elezioni si sono svolte in un clima “non democratico”.

L’articolo che segue commenta i risultati di alcuni sondaggi di opinione che si sono tenuti in Russia prima delle elezioni presidenziali dello scorso fine settimana.I sondaggi sono stati effettuati dal centro di ricerca indipendente Levada, il cui direttore, Denis Volkov, è stato intervistato dal quotidiano “Repubblica” a commento del risultato delle presidenziali per spiegare il consenso di cui gode Putin.

Il Centro Levada è stato fondato nel 1987 per ricerche sociologiche e sondaggi. E’ stata la prima organizzazione a realizzare indagini di massa in Russia ed è rimasta indipendente nonostante il tentativo governativo di assumerne il controllo nel 2003. Nel 2013 il centro ha sospeso la ricezione dei finanziamenti dall’estero per non incorrere nelle misure previste dalle organizzazioni che vengono riconosciute come “agenti stranieri”. Molti dei suoi sondaggisti e ricercatori collaborano o hanno collaborato con altre realtà culturali Memorial’, Fondazione Gorbaciov o Centro Pubblico Sacharov.

L’esito dei sondaggi, confermati dalle urne, permette di vedere la realtà politica russa e il consenso di cui gode Putin come una realtà da prendere in considerazione, non facilmente derubricabile sulla base degli schemi interpretativi su autoritarismo, repressione e brogli diffusa dalla maggior parte del circuito mediatico e radicata nell’opinione pubblica occidentale. Nella convinzione che senza una conoscenza critica e approfondita del presente non si possa costruire nessuno scenario per il futuro riteniamo le righe che seguono un buon approfondimento sulle elezioni in Russia. [N.d.R.]

Cosa penso del Cremlino?

Dal 15 al 17 marzo 2024 si sono tenute le elezioni presidenziali per l’ottava volta nella storia della Russia. Il presidente Putin è stato rieletto per un mandato di sei anni, ovvero fino al 7 maggio 2030. Questa elezione è degna di nota perché è stata la prima dall’inizio dell’“operazione militare speciale” in Ucraina. È anche importante notare che un mese fa è morto Alexei Navalny, uno dei principali oppositori e critici di Putin. Molte persone hanno iniziato ad accusare il presidente del suo omicidio, spingendo i suoi sostenitori ad annunciare una manifestazione “Mezzogiorno contro Putin” per l’ultimo giorno delle elezioni.

Il centro analitico di ricerca non governativo di Yuri Levada (Levada Center) ha condotto una serie di sondaggi che possono fornire una visione dell’atteggiamento della popolazione nei confronti delle attività dell’attuale presidente e del suo governo, una valutazione dello stato attuale delle cose nel Paese e l’atteggiamento dei cittadini russi nei confronti degli altri Paesi nell’attuale contesto di forte tensione internazionale. Il sondaggio aggiorna una serie di rilevazioni di lungo periodo, che permettono di coprire l’intera parabola politica di Putin e di misurare, di conseguenza, persistenza e oscillazioni nel consenso dell’opinione pubblica russa verso il Cremlino e le sue iniziative politiche.

Il primo sondaggio riguarda l’approvazione del governo e delle attività di Vladimir Putin

In generale, voi approvate o disapprovate le attività di Vladimir Putin come Presidente (Primo Ministro) della Russia?

Naviga il grafico qui

cosa penso del cremlino - attività di vladimir putin

Scopri altri dati della tabella qui 

Nell’agosto 1999 Vladimir Putin ha assunto la carica di Primo Ministro della Federazione Russa. Dal settembre dello stesso anno si osserva un netto aumento delle percentuali di approvazione. La presa di ostaggi da parte dei terroristi nel teatro Dubrovka di Mosca nel 2002 potrebbe aver aumentato il tasso di approvazione dell’8% (dal 77% all’83%). Il periodo compreso tra maggio 2008 e maggio 2012 mostra i tassi di approvazione più bassi, a parte il mese d’insediamento di Putin. Ciò può essere spiegato con il fatto che in questo periodo, a seguito di una vera e propria staffetta, Dmitrij Medvedev era presidente, mentre Putin era primo ministro.

Un picco in avanti del gradimento si registra a partire da marzo 2014. Ciò può essere spiegato dal fatto che in questo periodo è avvenuta l’adesione della penisola di Crimea al territorio della Federazione Russa. Il periodo 2020-2021 può riflettere l’opinione della popolazione sulla politica della Covid-19.

A partire dal febbraio 2022 si può notare un brusco salto di consensi. Dopo il marzo 2022 e fino ad oggi il grafico non è sceso sotto il 71%. Questo cambiamento è molto probabilmente dovuto all’inizio dell’“operazione militare speciale” che stando ai sondaggi ha rinsaldato lo spirito patriottico dei russi nel contesto della sfida con l’Occidente.

All’approvazione dell’operato di Putin si affiancano sondaggi sull’operato del governo, dei governatori regionali e della Duma (la Camera del parlamento)

Approvazione dell’attività di primo ministro

In generale, voi approvate o disapprovate le attività del primo ministro russo?

cosa penso del cremlino

Naviga il grafico qui

cosa penso del cremlino - primo ministro russo

Scopri altri dati della tabella qui 

Approvazione dell’attività del governo russo

In generale, voi approvate o disapprovate le attività del governo russo?

cosa penso di cremlino - approvazione

Naviga il grafico qui

cosa penso del cremlino - atteggiamento verso il governo

Scopri altri dati della tabella qui 

Approvazione delle attività dei governatori 

In generale, voi approvate o disapprovate le attività del governatore della vostra regione (a Mosca del sindaco)?

Naviga il grafico qui

approvazione attività governatori - cosa penso del cremlino

Scopri altri dati della tabella qui 

Approvazioni delle attività della Duma di Stato

In generale, voi approvate o disapprovate le attività della Duma di Stato della Russia?

Naviga il grafico qui

duma di stato della russia - cosa penso del cremlino

Scopri altri dati della tabella qui 

In tutti i grafici si possono notare i seguenti punti:

  • Gli attentati terroristici a Mosca nel 2002 e a Beslan nel 2004 non hanno influenzato in larga misura il sondaggio.
  • Nel marzo 2014 si registra un salto nella percentuale di approvazione delle attività degli oggetti del sondaggio. Ciò potrebbe essere dovuto all’annessione della penisola di Crimea al territorio della Federazione Russa.
  • Gli emendamenti costituzionali approvati nel 2020, uno dei quali implicava l’allungamento dei mandati presidenziali di Putin, molto discussi in Occidente, non hanno in gran parte influenzato il sondaggio. L’emendamento ha reso Vladimir Putin rieleggibile nel 2024 e nel 2030.
  • Nel marzo 2022 si registra un balzo nella percentuale di approvazione. Ciò è probabilmente dovuto all’inizio dell'”operazione militare speciale” per le ragioni indicate in precedenza.

A partire da febbraio 2024, l’approvazione delle attività del presidente, del governo, del parlamento e delle autorità regionali nel febbraio 2024 è leggermente migliorata rispetto al mese precedente. Anche il numero di persone che ritengono che “il paese è sulla strada giusta” è leggermente aumentato e ha raggiunto i valori massimi dell’intero periodo di misurazione (dal 1996). Tutti gli  indicatori hanno mostrato una dinamica moderatamente positiva dalla fine dell’estate e dall’inizio dell’autunno dello scorso anno. Il livello di sostegno al partito “Russia Unita”, il partito del Presidente, è in crescita da sei mesi, mentre quello agli altri partiti parlamentari è rimasto praticamente invariato.

La situazione degli affari nel Paese – valutazione della situazione attuale

Oggi le cose nel Paese vanno in generale nella giusta direzione, oppure il Paese è sulla strada sbagliata?

Naviga il grafico qui

Scopri altri dati della tabella qui

Basandosi su questo grafico, si può notare che:

  • Nel dicembre 2007, la percentuale di persone che ritengono che il paese stia andando nella giusta direzione è aumentata del 9% (dal 55% al 64%). Ciò può essere spiegato con il fatto che Dmitrij Medvedev, con il sostegno di Vladimir Putin, si è candidato alla presidenza russa. Medvedev ha vinto le elezioni presidenziali.
  • Nel marzo 2014 la percentuale di persone che ritengono che il paese stia andando nella giusta direzione è aumentata del 13% (dal 52% al 69%). Da questo mese a oggi, la percentuale non è mai scesa sotto la soglia del 60%. Ciò può essere spiegato con il fatto che nel febbraio 2014 è iniziata l’adesione della penisola di Crimea al territorio della Federazione Russa.
  • Nel marzo 2022 la percentuale di persone che ritengono che il paese stia andando nella giusta direzione è aumentata del 17% (dal 52% al 69%). Da questo mese a oggi, la percentuale non è mai scesa sotto la soglia del 60%. Ciò può essere spiegato col fatto che nel febbraio 2022 il presidente russo Vladimir Putin ha annunciato l’inizio dell’operazione militare speciale.

Il potenziale di protesta per le condizioni economiche

* Secondo lei, per quanto è possibile che nella sua città/area rurale sono possibili proteste pubbliche di massa contro il calo del tenore di vita e in difesa dei propri diritti?

** Se questo tipo di proteste di massa si verificassero, vi prendereste personalmente parte o no?

condizioni economiche - cosa penso di cremlino

Naviga il grafico qui

condizioni economiche

Scopri altri dati della tabella qui

Basandosi su questo grafico, si può osservare che:

  • Da luglio a novembre 2018 possiamo notare un forte aumento di entrambi gli indicatori. Ciò può essere attribuito alla riforma delle pensioni e alle successive proteste contro di essa.
  • Nel gennaio 2021 la percentuale di persone che ritengono possibili le proteste è aumentata del 18% (dal 25% al 43%). Ciò può essere attribuito all’arresto dell’oppositore Alexei Navalny, tornato dalla Germania nello stesso mese, e alle successive proteste contro il suo arresto. Dopo l’arresto, sul suo canale YouTube è stato pubblicato un filmato sul ruolo di Putin nella corruzione in Russia.

Il potenziale di protesta per le condizioni politiche

* Secondo lei, nella sua città/area rurale sono possibili proteste (dimostrazioni, raduni, scioperi) con condizioni politiche?
** Se questo tipo di proteste di massa si verificassero, vi prendereste personalmente parte o no

Prima dell’agosto 2009, la domanda sulla disponibilità a partecipare alle proteste non era stata
posta.

condizioni politiche - cosa penso di cremlino

Naviga il grafico qui

condizioni politiche - tabella

Scopri altri dati della tabella qui

Sulla base di questo grafico, si può notare che:

  • Nel febbraio 2012 la percentuale di persone che ritengono possibili le proteste ha raggiunto il 33%. Questo può essere legato alle passate proteste contro la presunta falsificazione dei risultati della Duma di Stato e delle elezioni presidenziali russe.
  • Nel gennaio 2021 la percentuale di persone che ritengono possibili le proteste è aumentata del 18% (dal 25% al 43%). Ciò può essere legato all’arresto dell’attivista dell’opposizione Alexei Navalny, tornato dalla Germania nello stesso mese, e alle successive proteste contro il suo arresto.

A partire da febbraio 2024, la maggior parte dei russi ritiene che le cose nel paese stiano andando nella giusta direzione. Le misurazioni recenti hanno continuato a mostrare una dinamica positiva — dal 62% di settembre dello anno scorso al 71% di gennaio e al 75% di febbraio. La percentuale di coloro che ritengono che il paese è sulla strada sbagliata è del 15%, mentre per l’11% hanno preferito non rispondere alla domanda.

Atteggiamenti verso altri Paesi

Atteggiamento verso gli Stati Uniti

Cosa pensate in generale degli Stati Uniti d’America in questo momento?

cosa penso di Cremlino - atteggiamento verso USA

Naviga il grafico qui

atteggiamento verso USA

Scopri altri dati della tabella qui

Basandosi su questo grafico, si può notare che:

  • Nell’aprile 2003 l’indicatore “Male” ha raggiunto un picco del 66%. Ciò può essere attribuito all’invasione dell’Iraq da parte degli Stati Uniti e dei loro alleati.
  • Nel settembre 2008 si è registrato un picco dell’indicatore “Male” (67%). Ciò può essere dovuto al fatto che il paese non ha riconosciuto l’indipendenza dell’Abcasia e dell’Ossezia del Sud e al confronto militare nel Caucaso in cui gli Stati Uniti hanno appoggiato la Georgia contro le due repubbliche separatiste, sostenute dalla Russia, che ne ha riconosciuto l’indipendenza.
  • Tra febbraio e marzo 2022 si può notare un aumento dell’indicatore “Male” dal 55% al 72%. Questo risultato è connesso alla crisi in Ucraina e all’adozione delle sanzioni da parte degli USA e dell’Occidente a seguito dell’inizio di un’operazione militare speciale.

Atteggiamento verso l’Unione Europea 

Cosa pensate in generale dell’Unione europea in questo momento?

cosa penso di cremlino - atteggiamento verso UE

Naviga il grafico qui

UE tabella

Scopri altri dati della tabella qui

Basandosi su questo grafico, si può notare che:

  • Nel settembre 2008 si può notare il picco dell’indicatore “Male” (39%). Ciò può essere dovuto al fatto che l’Unione non ha riconosciuto l’indipendenza dell’Abcasia e dell’Ossezia del Sud. Allo stesso tempo, la Russia ha riconosciuto la loro indipendenza.
  • Da marzo 2014 si osserva un graduale aumento dell’indicatore “Male”. Ciò può essere dovuto al fatto che nel febbraio 2014 è iniziata l’adesione della penisola di Crimea al territorio della Federazione Russa.
  • Nel gennaio 2015 il grafico ha raggiunto il 71%. Ciò può essere dovuto al fatto che la Russia è stata privata del diritto di voto nell’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa, il che potrebbe influenzare il suo ulteriore ritiro dall’Assemblea.
  • Tra febbraio e marzo 2022 è possibile notare un aumento dell’indicatore “Male” dal 48% al 67%. Da marzo 2022 a oggi il grafico non è sceso sotto il 59%. Ciò potrebbe essere dovuto alle successive sanzioni, che sono state una reazione all’inizio dell’operazione militare speciale.

Atteggiamento verso l’Ucraina

Cosa pensate in generale dell’Ucraina in questo momento?

atteggiamento verso Ucraina

Naviga il grafico qui

cosa penso di cremlino - atteggiamento verso Ucraina - tabella

Scopri altri dati della tabella qui

Basandosi su questo grafico, si può notare che:

  • Nel settembre 2008 si può notare il picco dell’indicatore “Male” (53%). Ciò può essere dovuto al fatto che l’Unione non ha riconosciuto l’indipendenza dell’Abcasia e dell’Ossezia del Sud. Allo stesso tempo, Russia ha riconosciuto la loro indipendenza.
  • Da marzo 2021 a febbraio 2022, l’indicatore “Male” è passato dal 43% al 52%. Dal febbraio 2022 a oggi, il grafico non è sceso sotto il 52%. Ciò può essere dovuto all’inizio dell’operazione militare speciale.
  • Nel maggio 2023, il grafico dell’indicatore “Male” ha raggiunto il massimo (74%). Ciò può essere legato al primo attacco di massa con i droni su Mosca.

Atteggiamento verso Cina

Cosa pensate in generale della Cina in questo momento?

cosa penso di cremlino - atteggiamento verso Cina

Naviga il grafico qui

atteggiamento verso Cina

Scopri altri dati della tabella qui

Basandosi su questo grafico, si può notare che:

  • L’indicatore “Male” non ha mai superato l’indicatore “Bene”
  • Nel gennaio 2020, il grafico dell’indicatore “Male” ha raggiunto un picco del 24%. Questo può essere dovuto all’emergere del virus Covid-19.

A partire da febbraio 2024, la maggioranza della popolazione del paese ha un atteggiamento negativo nei confronti dell’Ucraina, degli Stati Uniti e degli Stati membri dell’Unione europea. Per quanto riguarda i “paesi amici”, la popolazione è più favorevole a paesi come la Cina, in linea con l’andamento della politica estera del governo.


A partire da febbraio 2024, la maggioranza della popolazione del paese ha un atteggiamento negativo nei confronti dell’Ucraina, degli Stati Uniti e degli Stati membri dell’Unione europea. Per quanto riguarda i “paesi amici”, la popolazione è più favorevole a paesi come la Cina, in linea con l’andamento della politica estera del governo.

Nel loro insieme questi sondaggi dimostrano che alle elezioni era possibile attendersi un rinnovo del mandato presidenziale di Putin, scontato alla luce della mancata partecipazione dell’opposizione sistemica – quella che non ha potuto presentare le sue liste elettorali –  della repressione del dissenso in un clima di forte mobilitazione nazionalista.

Il consenso nei confronti della sua figura e del suo operato restano alti e nonostante le difficoltà economiche nel paese, lo sforzo civile e militare al fronte ucraino, il fronte interno sembra tenere.


 

La Fondazione ti consiglia

Resta in contatto