torna in cima

Agenda Partecipata dei Territori, promosso da Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, è uno dei progetti finanziati dalla Direzione Generale Politiche regionali e urbane della Commissione europea, nell’ambito della call for proposalsSupport for citizen engagement in the implementation of cohesion policy”.


Obiettivi

Costruzione di un’agenda di priorità per le aree interne


Agenda Partecipata dei Territori è un percorso di coinvolgimento e partecipazione di cittadini lombardi, il cui esito verrà consegnato a Regione Lombardia con l’obiettivo di contribuire alla costruzionedel prossimo Programma Operativo regionale del FESR 2021-2027. L’Agenda conterrà le priorità di azione che, secondo i cittadini under 40 coinvolti nel percorso, dovranno guidare la costruzione delle politiche di coesione territoriale in Regione Lombardia.

Il tema della coesione territoriale connesso a questo progetto è stato anche affrontato durante il FeltrinelliCamp Broken Cities(8-9 ottobre 2021) dal gruppo di lavoro «Territorial cohesion, governance and cooperation among territories».

Consulta il report del tavolo multistakeholder

 


La ricerca


Aree di indagine | Quattro aree interne della Lombardia: Valchiavenna, Appennino Lombardo e Oltrepo Pavese, Alta Valtellina, Alto Lago di Como e Valli del Lario.


Temi | I temi di indagine privilegiati, trasversali agli ambiti territoriali e coerenti alle indicazione contenute nel Documento di Indirizzo Strategico per la politica di coesione riguardante le aree interne (DIS 2021-2027), sono:

  • Riprogettazione dei servizi di cittadinanza nelle aree interne
  • Valorizzazione sostenibile e integrata del territorio e del patrimonio edilizio, culturale e storico-artistico delle aree interne

Obiettivi | La ricerca intende indagare la questione della coesione territoriale includendo anche il punto di vista dei cittadini e delle cittadine di altre zone della Regione. Le aree interne non sono solo inaccessibili per chi ci vive dentro, sono anche inaccessibili per chi viene da fuori; inoltre sono poco conosciute.


Attività


  • Attività preparatoria: in questa fase si prepara il terreno di gioco per la conduzione della survey attraverso un’operazione di literature review, interviste a esperti regionali, elaborazione di tavole infografiche, ricerca di best practices. Le attività preparatorie sono pensate per offrire ai destinatari della survey informazioni utili sui temi delle politiche di coesione territoriale;
  • Tavolo multi-stakeholder sulla coesione territoriale: il tavolo di discussione approfondisce i risultati della survey in termini di esigenze, aspirazioni e priorità emerse, con l’obiettivo di lavorare su strategie di sviluppo locale che porteranno alla costruzione dell’Agenda.
  • Presentazione dell’Agenda: incontro pubblico di restituzione per presentare il percorso condotto e le principali risultanze emerse nei confronti dei rappresentanti Istituzionali.

Survey del progetto Agenda Partecipata dei Territori
promossa da Fondazione Giangiacomo Feltrinelli e condotta da Toluna


Diffusa in tutta la Regione Lombardia, la survey ha l’obiettivo di misurare il livello di conoscenza e/o frequentazione delle aree interne da parte della popolazione che non vive in queste aree, di indagare la percezione di problemi e criticità relativi a queste aree (partendo dai temi strategici per le politiche di coesione europee e in particolare della Regione Lombardia), la conoscenza di progetti di sviluppo locale nazionali e/o europei per queste aree e di raccogliere pareri rispetto a interventi migliorativi desiderati.


L’indagine è somministrata a un campione minimo di 500 cittadine e cittadini under 40 nei primi quindici giorni di settembre 2021. I dati raccolti saranno utilizzati come base di partenza delle successive attività del progetto, per arrivare all’elaborazione delle indicazioni strategiche sulle priorità di azione che possano guidare la definizione di politiche di coesione territoriale in Regione Lombardia e nell’ambito del prossimo Programma Operativo del FESR 2021-2027 (POR).

La survey del progetto Agenda Partecipata dei Territori è ora conclusa.
I risultati sono in fase di elaborazione e presto saranno pubblicati.

Ripercorri l’incontro di presentazione del 7 maggio 2021

Ricomporre i divari territoriali.
Contro le diseguaglianze, verso la transizione ecologica

________________



Risorse



Working paper

nell’ambito del progetto Agenda Partecipata dei Territori

Politiche di coesione territoriale:
dall’Unione Europea alle aree interne della
Lombardia

2022
Scarica la pubblicazione

 


Dati e Infografiche

Dati, informazioni, statistiche per indagare la questione
della coesione territoriale. Un percorso di coinvolgimento e quindi
inclusione del punto di vista dei cittadini e degli attori locali della
Regione Lombardia con l’obiettivo aprire un dialogo tra gli abitanti
e istituzioni del territorio sui temi dello sviluppo di alcune delle aree
periferiche della regione: Appennino Lombardo e Oltrepò Pavese, Alta Valtellina, Alto Lago di Como e Valli del Lario, Valchiavenna

 
Leggi i dati
scarica le infografiche

 


 

 

 

Ascolta le voci dei protagonisti

Abbiamo intervistato alcuni protagonisti dell’Oltrepò pavese,
per chiedere come si immaginano il loro territorio tra 10 anni.
Sei risposte che possono essere usate per capire cosa ne pensa del futuro dell’Oltrepò chi lo conosce bene.


 


Per scoprire di più sull’iniziativa dell’UE
Engaging Citizens for Good Governance in Cohesion Policy

Esplora l’articolo sul sito Europa.eu


La parola agli esperti

È il momento di allargare lo sguardo dall’Oltrepò pavese alle aree interne in generale
ascoltare la voce di chi agisce a un livello più alto.
Quali sono le sfide che attendono le aree interne per il futuro
e in che misura queste sono importanti anche per chi vive nelle aree metropolitane?


Elly Schlein

Vice-presidente Regione Emilia Romagna

Le sfide che attendono i nostri territori sono quelle della transizione ecologica, della trasformazione digitale e del contrasto alle disuguaglianze. Per le aree interne questo significa anche ragionare sull’accesso ai servizi sanitari, ai servizi sociali, all’istruzione di qualità, ai mercati e alla mobilità.

 


 

Gabriele Pasqui

Responsabile del Dipartimento d’Eccellenza Fragilità Territoriali, Dipartimento di Architettura e Studi Urbani del Politecnico di Milano

Dobbiamo provare a guardare ai territori delle aree interne chiedendoci: perché sono importanti? Ma non perché sono importanti per loro, questo è evidente per chi ci abita, dobbiamo chiederci perché sono importanti per noi che non ci viviamo.

 


Progetto Agenda Partecipata dei Territori
(Grant Agreement n. 2020CE16BAT124)
realizzato nel 2021/2022 da Fondazione Giangiacomo Feltrinelli
e finanziato dall’Unione Europea nell’ambito della call for proposals
“Support for citizen engagement in the implementation
of cohesion policy