24-05-2018 18:30 - 27-05-2018 18:30

Stagione Ribelle \ Let’s Think

Area di ricerca: Città e cittadinanza
Percorso tematico: Governance urbane

Una rassegna che punta, grazie al contributo di un comitato scientifico d’eccezione e ospiti da tutto il mondo, a formulare una riflessione critica sul destino di opportunità, contraddizioni e limiti delle città che cambiano sotto i nostri occhi, – spiega Massimiliano Tarantino, Segretario Generale della Fondazione -. Luoghi di diritti, luoghi di lavoro, luoghi di politica: nelle città si gioca il futuro della nostra dimensione di cittadinanza. Vogliamo capire le ragioni di alcune delle grandi dicotomie contemporanee: centro/periferia, profitto/solidarietà, individuo/collettività. Quattro giorni per unire ricerca accademica, storytelling e intrattenimento secondo uno stile distintivo per la nuova Fondazione Feltrinelli

.

Studiare e osservare la città come luogo di trasformazione, come insieme di urgenze sociali ed economiche, le battaglie individuali e collettive che la rendono il luogo politico per eccellenza. Fondazione Giangiacomo Feltrinelli promuove, da giovedì 24 a domenica 27 maggio 2018, About a City. Places, ideas and rights for 2030 citizens, quattro giorni di lecture, talk, dibattiti, spettacoli e proiezioni per raccontare le trasformazioni urbane e i loro impatti sulla cittadinanza.
L’iniziativa, che si svolge in viale Pasubio 5 a Milano, nell’ambito di Milano Arch Week, si avvale del contributo di tre curatori d’eccellenza come l’archeologo e storico dell’arte Salvatore Settis, l’architetto e urbanista Stefano Boeri e il sociologo ed economista Mauro Magatti.

La crescente diversità e le questioni di convivenza, i diritti delle minoranze, l’accesso ai servizi sono alcuni dei temi che la Fondazione approfondirà durante i quattro giorni di festival, a partire dal proprio ambito di ricerca dedicato alla città e alla cittadinanza. Quindi l’avanzamento del digitale, le infrastrutture tecnologiche e la dimensione immateriale del futuro urbano, fino alla riflessione su sostenibilità e approcci resilienti green-based per una progettazione urbana in alleanza con la natura che sia sensibile alla qualità di vita dei cittadini.

Iniziativa in collaborazione con l’Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Milano. Riconosciuti 7 cfp agli Architetti nelle giornate del 25 e 26 maggio dalle 10.00 alle 20.00


 

Leggi il programma completo di About a city

Dopo i tavoli di lavoro alle ore 15.00, l’iniziativa About a City. Places, ideas and rights for 2030 citizens, quattro giorni di talk, dibattiti, lecture e proiezioni per immaginare il futuro delle città, viene inaugurata dall’intervento pubblico dell’architetto Jacques Herzog. Il premio Premio Pritzker, che insieme a Pierre De Meuron ha progettato la nuova e iconica sede di Fondazione Giangiacomo Feltrinelli di viale Pasubio a Milano, tiene una lecture, a ingresso libero fino a esaurimento posti, dal titolo The architecture of the city – examples of its performative and transformative potential. A seguire Jacques Herzog dialoga con Stefano Boeri, architetto e urbanista, membro del comitato scientifico di About a City. Modera l’incontro Manuel Orazi, critico dell’architettura e professore presso il Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Ferrara.

 
15.00-15.30
OPENING a porte chiuse

Massimiliano Tarantino, Segretario Generale di Fondazione Giangiacomo Feltrinelli
Gabriele Pasqui, Direttore del DAStU – Dipartimento di Architettura e Studi Urbani, Politecnico di Milano

Modera Manuel Orazi, Dipartimento di Architettura, Università degli Studi di Ferrara

15.30-18.30
TAVOLI DI LAVORO a porte chiuse

Tavolo 1. ​INCLUSIONE, INNOVAZIONE, SERVIZI E SALUTE URBANA
Tavolo 2. ​PLACEMAKING, PROGETTAZIONE E GESTIONE URBANA
Tavolo 3. ​LA RINATURALIZAZIONE DEL TERRITORIO ANTROPIZZATO
Tavolo 4. ​PATRIMONIO INFORMATIVO PUBBLICO E SPAZIO URBANO
Tavolo 5. ​SVILUPPO SOSTENIBILE, QUALITÀ DELLA VITA E MOBILITÀ URBANA
Tavolo 6. ​BENI COMUNI, PRATICHE COMUNITARIE, SHARING
Tavolo 7. RIPENSARE E SPOSTARE I CONFINI


18.30
APERTURA ISTITUZIONALE
Carlo Feltrinelli, Fondazione Giangiacomo Feltrinelli
Massimiliano Tarantino, Fondazione Giangiacomo Feltrinelli /
Stefano Boeri, La Triennale di Milano / Ferruccio Resta, Politecnico di Milano.
Interviene Giuseppe Sala, Sindaco di Milano

LECTURE DI JACQUES HERZOGTHE ARCHITECTURE OF THE CITY – EXAMPLES OF ITS PERFORMATIVE AND TRANSFORMATIVE POTENTIAL

Conversation tra Jacques Herzog e Stefano Boeri

Modera Manuel Orazi, Dipartimento di Architettura, Università degli Studi di Ferrara

Prenota > clicca qui

 

Nell’epoca dell’incertezza, la crisi derivante dalle difficili condizioni di convivenza urbana apre uno spazio di riflessione e manovra per indirizzare il futuro verso forme di urbanità più aperte, inclusive, accessibili e democratiche, in cui anche i dati e le infrastrutture digitali possono avere un ruolo cruciale.

 

10.00-13.00
THE DIVERCITY | NOI E LA CITTÀ

10.00-11.00 \ TALK
PLANNING CITIES FOR INTERCULTURALISM AND JUSTICE

Chiara de Cesari, European Studies e Cultural Studies, University of Amsterdam / Daniele Lauria, STUDIO LAURIA / Oren Yiftachel, Ben-Gurion University of the Negev / Andreas Philippopoulos-Mihalopoulos, The Westminster Law & Theory Lab

11.00 -12.00 \ TALK
MOVING TOWARDS HEALTHY AND INCLUSIVE CITIES

Marcello Balbo, IUAV-Università di Venezia e SSIIM Unesco Chair / Julio D Davila, Development Planning Unit, University College London / Veronica Dini – Associazione culturale Circola – Cultura, Diritti e Idee in movimento / Barry E. GreeneAlnylam Pharmaceuticals Inc. / Barbara Lehmann, Cassina

12.15-13.15 \ LECTURE
IL DIRITTO ALLA CITTÀ
SALVATORE SETTIS


13.00-14.30 \ LECTURE
FROM PARK TO PARK
LESSONS FROM A LONDON NATIONAL PARK CITY

Charlie Peel
@Fondazione Riccardo Catella, Via G. de Castillia 28


15.00-18.00
THE INTANGIBLE CITY | I DATI E LA CITTÀ
Modera Stefania Garassini, Università Cattolica del Sacro Cuore

15.00-16.00 \ TALK
DIGITAL INFRASTRUCTURES BEYOND SPACES
John Bingham-Hall, Theatrum Mundi / Alfonso Fuggetta, Politecnico di Milano e CEFRIEL /
Guido Smorto, Università di Palermo e Interdisciplinary Institute of Barcellona / Joerg Heinermann, Mercedes-Benz EQ / Giovanni AccettaA2A.

16.00 -17.00 \ TALK
DEALING WITH THE INFORMATION AGE

Jordi Borja, Universidad Abierta de Cataluña / Fiorella De Cindio, Università Statale di Milano and Rete Civica di Milano /
Harvey Molotch, New York University / Paolo Verri, Matera 2019

17.15-18.15 \ LECTURE CITTÀ FABBRICA, CITTÀ CONVIVIO. DIGITALIZZAZIONE E CRISI URBANA
Mauro Magatti


18.30-19-30
RIPENSARE LA CITTÀ AL FUTURO: URGENZE, MODELLI E STRATEGIE
Dialogo tra Stefano Boeri, Mauro Magatti e Salvatore Settis.
Modera Massimiliano Tarantino, Segretario Generale di Fondazione Giangiacomo Feltrinelli
Prenota > clicca qui


20.00-21.00 (TBC)
DJ SET
URBAN SOUNDSCAPE
Musica a cura di Threes
Per informazioni e aggiornamenti clicca qui

Gli spazi urbani entro cui ci muoviamo sono presi nella morsa del cambiamento climatico, dell’erosione della biodiversità e degli effetti perversi del consumo di suolo. Il diritto alla città passa inevitabilmente per il diritto alle risorse, al paesaggio, al verde, alla natura. Alla fine della giornata un focus sulle periferie di oggi e di ieri a partire dalle principali trasformazioni territoriali in corso nella città di Milano, dagli scali ferroviari all’area post-Expo.

 
10.00-13.00
LOST NATURE \ LA NATURA E LA CITTÀ
Modera Ivan Berni, Università IULM

10.00 – 11.00 \ TALK
LET’S TALK FOREST. THE ROLE OF NATURE WITHIN CITIES: AN ESSENTIAL REDEFINITION
Simone Borelli, Agroforestry and Urban and Periurban Forestry Department,  ‎FAO / Lina Liakou, 100 Resilient Cities  per Europa and the
Medio Oriente
/ Rola Khoury, Cloudburst Foundation / Marco Marchetti, Università degli studi del Molise / Piero
Pelizzaro
, 100 Resilient cities per Milano/ Maria Chiara Pastore, Politecnico di Milano

11.00-12.00 \ TALK
COPING WITH THE ENVIRONMENTAL CRISIS THROUGH NEW ECOLOGICAL POLICIES
Justine Laurent, Wiithaa-Activer l’économie circulaire / Olivier Reppert, car2go / Charlie Peel, Urban Good
CIC
/ Erion Veliaj, Sindaco di Tirana

12.15-13.15 \ LECTURE
CITTA’, TECNOSFERA E NATURA VIVENTE
Stefano Boeri


15.00-18.45
MOVING FROM THE EDGE, RIPARTIRE DAI MARGINI 
Modera Donatella Bollani, PPAN

15.00-15.30 \ LECTURE
I PROGETTI DI TRASFORMAZIONE DI MILANO: OLTRE LA DICOTOMIA CENTRO-PERIFERIA
Alessandro Balducci, Politecnico di Milano

15.30-16.30 \ DISCUSSION
RI-CENTRARE LA MARGINALITÀ DELLE PERIFERIE
con Gabriele Rabiotti, Comune di Milano / Sergio Urbani, Fondazione Cariplo / Super | Il festival delle periferie / Lacittàintorno

16.30-17.30 \ TALK
RIEMPIRE I VUOTI ATTRAVERSO GLI SCALI FERROVIARI

con Davide Fortini DF Studio / Enrico Leopardi FS Sistemi Urbani / Pierfrancesco Maran Comune di Milano / Luca Novara FS Sistemi Urbani

17.30-18.20 \ TALK
RIDEFINIRE I CONFINI CON L’AREA EXPO2015
Filippo Addarii, Plus Value / Pierfrancesco Maran, Comune di Milano / Corinna Morandi Ordine degli Architetti, P.P.C. della provincia di Milano / Marco Dall’Orso Arexpo

18.20-18.45 \ TALK
FINAL DISCUSSION
con Marco Cremaschi Sciences Po, Gabriele Pasqui Politecnico di Milano, Antonella Bruzzese, Politecnico di Milano


19.00-19.45 \ LECTURE
‘MODELLO MILANO. I PROCESSI DI TRASFORMAZIONE E IL RUOLO DELL’ARCHITETTURA’
Cino Zucchi 
Prenota > clicca qui

17.00, 17.45, 18.30, 19.15 \ PERFORMANCE/DANZA
VEDUTA/mk
Performance dedicata alla città e alla visione prospettica del paesaggio urbano.
In collaborazione con Triennale Teatro dell’Arte e nell’ambito di FOG Triennale Milano Performing Arts
prevendita su Vivaticket.it


20.00-01.00 \ MARATONA CINEMA
COM’È BELLA LA CITTÀ: GRANDI CLASSICI INTRAMONTABILI

a cura di Federico Rossin

Jacques Tati – Mon Oncle (1958)
Woody Allen – Manhattan (1979)
Pedro Almodòvar – Che ho fatto io per meritare questo? (1984)


 
Una mattinata dedicata al tema delle periferie, per mettere in connessione le realtà e le associazioni territoriali che operano a Milano e per favorire il confronto di buone pratiche fra contesti diversi, tra Napoli e Roma, tra Bologna e Palermo, tra Catania e Padova. Nell’ambito de L’adolescenza delle città, Super il Festival delle periferie e Lacittàintorno.
 
10.00-13.00
PRATICHE DI LUOGHI, SEGNI DI COMUNITÀ

OLTRE LE PERIFERIE, PER UN FUTURO DI CITTÀ CHE APPRENDE
con L’adolescenza delle città
e SUPER | Il festival delle periferie

10.00-10.15
Definire periferia

10.00-11.30 \ WORKING SESSION – SU INVITO
LE PERIFERIE SI RACCONTANO:
CINQUE INCONTRI TEMATICI VERSO IL FUTURO

1. La vita tra le case
2. Risignificare: pratiche irregolari e usi sperimentali
3. Essere piccoli essere grandi: la dimensione rilevante dei soggetti e degli attori
4. Per un’idea di capitale sociale
5. Il racconto dei racconti

12.00-13.00 \
FINAL DISCUSSION LE PERIFERIE PROPONGONO

_______
15.00-16.00\ 16.30-17-30 \ LABORATORIO PER BAMBINI E FAMIGLIE
PEDINE E PEDONI, UN LABORATORIO-GIOCO PER VIVERE LA CITTÀ
Rivolto a bambini dai 6 ai 10 anni, a cura di Simona Beolchi e Laura Santoro
È possibile iscriversi alle due fasce orarie su prenotazione a formazione@fondazionefeltrinelli.it

Prenota turno 15.00/16.00 clicca qui

Prenota turno 16.30/17.30 clicca qui
______

17.00, 17.45, 18.30, 19.15 \ PERFORMANCE/DANZA
VEDUTA/mk
Performance dedicata alla città e alla visione prospettica del paesaggio urbano.
In collaborazione con Triennale Teatro dell’Arte e nell’ambito di FOG Triennale Milano Performing Arts
prevendita su Vivaticket.it

18.30-19.30 \ LECTURE
CAMMINARE MILANO. LA CULTURA DELLA METROPOLI E DELLA TRASFORMAZIONE

Alberto Rollo
Prenota > clicca qui

19.30-21.00 \ PROIEZIONE

OMAGGIO A ERMANNO OLMI
Milano ’83 (1983)

Veduta: performance artistica in collaborazione con Triennale Teatro dell’Arte.
Sabato 26 e domenica 27 maggio musica, cinema e spettacoli teatrali aperti a tutta la cittadinanza. Veduta, performance artistica dedicata alla città e alla visione prospettica del paesaggio urbano di mk, una delle compagnie più interessanti della coreografia internazionale sarà di scena durante gli ultimi due giorni di About a City, sabato 26 e domenica 27 maggio in collaborazione con Triennale Teatro dell’Arte.


Orari delle performance 17.00, 17.45, 18.30, 19.15
Durata 15’


Biglietto intero 10,00 Euro
Biglietto ridotto (under 30/over 65/gruppi/titolari CartaPiù/Multipiù) 7,00 Euro
Biglietto studenti 5,00 Euro


Biglietti in vendita
su Vivaticket


Biglietti in vendita presso Fondazione Giangiacomo Feltrinelli sabato 26 e domenica 27 maggio dalle ore 15.30 alle ore 19.30 e


Biglietti in vendita presso Triennale Teatro dell’Arte.


Marcello Balbo

Responsabile della Cattedra UNESCO «Social and Spatial Inclusion of International Migrants: urban policies and practices» e direttore del Master “Rigenerazione urbana e Innovazione sociale” presso l’Università Iuav di Venezia. Ha diretto diversi progetti di ricerca nazionali e internazionali. E’ autore di numerose pubblicazioni, in particolare sulla città dei paesi del Global South. Recentemente ha pubblicato il volume “Immigrazione e piccoli Comuni”, risultati di una ricerca PRIN di cui è stato responsabile scientifico.

 

Alessandro Balducci

Alessandro Balducci è professore ordinario di Pianificazione e Politiche Urbane al Dipartimento di Architettura e Studi Urbani del Politecnico di Milano. E’ stato assessore all’Urbanistica del comune di Milano, Prorettore Vicario del Politecnico di Milano, Presidente della Associazione Europea delle Scuole di pianificazione (AESOP), di Urban@it il Centro Nazionale di Studi per le Politiche Urbane e della Società Italiana degli Urbanisti.  Ha coordinato il progetto  di interesse nazionale PRIN Postmetropolitan territories as emergent forms of urban space: coping with sustainability, habitability and governance. Ha recentemente curato, Assieme a Louis Albrechts e Jean Hillier, Situated Practices of Strategic Planning (Routledge 2017), e assieme a Francesco Curci e Valeria Fedeli Oltre la Metropoli (Guerini 2017).  Ripensare la questione urbana  (Guerini 2017) e  Metabolismo e regionalizzazione dell’urbano (Guerini 2017).

 

Barbara Lehmann

Barbara Lehmann, si laurea in Architettura presso il Politecnico di Milano dove consegue anche il dottorato di ricerca in Architettura degli interni; collabora dal 1995 al 2002, come cultore della materia, nell’ambito di alcuni corsi di interni, progettazione del prodotto d’arredo e di museografia al Politecnico di Milano. Nel 1998-99 lavora presso la Triennale di Milano incaricata per la catalogazione informatica degli oggetti della Collezione permanente del design italiano.
Dal 1999 si occupa, presso Cassina, dell’ordinamento dell’archivio storico e delle attività ad esso connesse, dalla stesura dei testi storici per mostre, ai contributi per pubblicazioni cataloghi e video. In particolare alla definizione del concept e dell’organizzazione della mostra alla Triennale di
Milano ”Made in Cassina“ (a cura di G. Bosoni ed Skira, 2008) e alla stesura del relativo catalogo. Per il 90° anniversario dell’azienda scrive il saggio introduttivo del libro “This Will Be The Place” (a cura di F. Burrichter ed Rizzoli, 2017) sottolineando la costante presenza nel percorso storico di Cassina di indagini sugli interni che ne hanno delineato l’attitudine sperimentale e di ricerca. L’attività svolta per Cassina comprende oltre a quella di conservatore, anche l’attività più ampia di gestione culturale e delle relazioni con le Fondazioni che tutelano il diritto d’autore dei designer/ architetti i cui prodotti sono editati dall’azienda. Partecipa all’organizzazione e alla definizione di concept di mostre itineranti promosse dall’azienda, con focus sulla storia aziendale e su autori quali Le Corbusier, Charlotte Perriand, Franco Albini.

 

Barry Greene

Barry Greene è dal 2003 in Alnylam e ha più di 25 anni di esperienza nelle industrie sanitarie, farmaceutiche e biotecnologiche. Prima di Alnylam, è stato direttore generale di Oncology al Millennium Pharmaceuticals, Inc. Ha ricoperto il ruolo di Executive Vice Presidente e Chief Business Officer di Mediconsult.com. Le esperienze passate includono Vicepresidente del marketing e Servizio clienti per AstraZeneca, precedentemente AstraMerck e vicepresidente di Integrazione strategica con responsabilità per la PMI di AstraMerck North America.

 

John Bingham-Hall

John Bingham-Hall è direttore del centro di ricerca Theatrum Mundi e Honorary Senior Lecturer presso UCL STEaPP. Con Theatrum Mundi ha sviluppato programmi su infrastrutture culturali, sonic urbanism, risorse urbane e coreografia della mobilità urbana. Ha un background accademico multidisciplinare e un dottorato (Architectural Space & Computation) sui media iperlocali della UCL Bartlett School of Architecture. Il suo attuale interesse riguarda i modi in cui il design urbano modella la vita pubblica delle città attraverso la tecnologia, le prestazioni, i media e le infrastrutture.

 

Simone Borelli

Simone Borelli ha conseguito una laurea in Scienze Forestali presso l’Universitá della Tuscia, in Italia, un Master of Science in Watershed Management dall’Università dell’Arizona e un diploma post-laurea in gestione pubblica presso l’Università di Londra. Ha lavorato per l’Organizzazione per l’alimentazione e l’agricoltura delle Nazioni Unite (FAO) per oltre 20 anni in diverse posizioni ed è attualmente responsabile del programma Agroforestry and Urban Forestry nel Dipartimento Forestale. In tale veste, fornisce supporto tecnico ai progetti sul campo della FAO, fornisce consulenza politica ai paesi membri e sviluppa pubblicazioni tecniche. Oltre alla FAO, ha lavorato anche per il WWF, l’IPGRI (ora Bioversity) e come consulente per le istituzioni pubbliche e il settore privato.

 

Jordi Borja

Jordi Borja è professore emerito dell’Università Aperta della Catalogna. Tra il 2006 e il 2016 ha diretto il programma di Città e Urbanistica. È stato il presidente dell’Osservatorio di Diritti Sociali, economici e culturali (DESC) tra il 2011 e il 2016. Vicesindaco di Barcelona tra il 1983 e il 1995, responsabile delle politiche di Decentramento e Partecipazione. Militante del Partito Socialista Unificato della Catalogna e poi del PCE (1960-1985). Pubblicazioni recenti: Ciudades resistentes, ciudades posibles (2017), Revolución urbana y derechos ciudadanos (2013).

 

Julio D. Davila


Julio D. Dávila è professore di Urbanistica e sviluppo internazionale e direttore dell’Unità di pianificazione dello sviluppo, dipartimento di ricerca post-laurea all’University College di Londra (UCL). Ha oltre 25 anni di esperienza in numerosi paesi, inclusi America Latina, Medio Oriente, Africa e Asia. Ha lavorato presso l’Istituto internazionale per l’ambiente e lo sviluppo (Londra e Buenos Aires) e presso il Dipartimento nazionale di pianificazione del governo colombiano. Gran parte del suo lavoro di ricerca si concentra sul ruolo del governo locale nella progressiva trasformazione sociale e politica nei paesi in via di sviluppo; le dimensioni della governance delle infrastrutture urbane e peri-urbane, in particolare i trasporti pubblici, acqua e i servizi igienico-sanitari; l’intersezione tra pianificazione e informalità urbana; e i collegamenti tra rapida urbanizzazione e salute. L’ultimo libro di Julio è intitolato Mobilità urbana e povertà: lezioni da Medellin e Soacha, Colombia.

Chiara De Cesari


Chiara De Cesari è docente senior in Studi europei e Studi culturali all’Università di Amsterdam. È autrice di Heritage and the Struggle for Palestine (Stanford University Press, 2018) e co-editore di Transnational Memories (de Gruyter, 2014). I suoi principali interessi si ricerca sono: la politica culturale, la memoria e l’intersezione con l’attuale trasformazione della forma dello stato-nazione, la memoria del colonialismo e il razzismo culturale in Europa, la forma

 

Fiorella De Cindio

Fiorella De Cindio è stata docente dell’Università di Milano, dove tutt’ora tiene un corso su “Digital Citizenship and Civic Hackerism”. Nel 1994 ha fondato il Civic Informatics Laboratory e promuove la partecipazione civica a livello urbano. RCM, il Milan Community Network, è stato il suo primo progetto per il mondo reale ed è una Fondazione di partecipazione indipendente dal 1998. La Fondazione ha guadagnato il premio Ambrogino.

 

Davide Fortini


Si laurea in Architettura al Politecnico di Milano con una tesi teorico sperimentale sui temi della progettazione partecipata intitolata il titolo “Il diritto alla città” .
Professionalmente si occupa specificamente di ideare e gestire programmi e progetti che includono soggetti “non esperti” con attenzione al tema del progetto ecologico, in particolare offrendo la propria consulenza ad enti pubblici. E’ autore di saggi e testi su questi temi. Collabora con realtà milanesi per la promozione della cultura della “partecipazione”

 

Alfonso Fuggetta


Alfonso Fuggetta è Professore Ordinario di Informatica presso il Politecnico di Milano ed è stato Faculty Associate presso l’Institute for Software Research della University of California, Irvine. È Amministratore Delegato e Direttore Scientifico di CEFRIEL, membro dell’Advisory Board Industry 4.0 e dell’Advisory Board Startup Town di Assolombarda. Tra gli altri incarichi, è membro della Commissione Governativa sul software open-source nella Pubblica Amministrazione e della Presidenza del Consiglio dei Ministri.
 

 

Jacques Herzog


Jacques Herzog ha fondato lo studio di architettura Herzog & de Meuron con Pierre de Meuron a Basilea nel 1978. Ha studiato architettura presso l’Istituto Federale Svizzero di Tecnologia di Zurigo (ETHZ) dal 1970 al 1975 con Aldo Rossi e Dolf Schnebli. È stato visiting tutor alla Cornell University, USA, nel 1983. Con Pierre de Meuron è visiting professor all’Università di Harvard, USA (1989 e dal 1994), professore all’ETH di Zurigo dal 1999, e co-fondatore di ETH Studio Basel – Contemporary City Institute dal 2002. Nel 2001 gli è stato conferito il Premio Pritzker
 

Daniele Lauria


è architetto, dal 1996 al 1998 partecipa alla redazione dei piani di recupero edilizio e urbano della città di Firenze, coordinati da Renzo Piano e Leonardo Benevolo. Nel 1999 avvia un proprio studio fiorentino. La sua opera prima, il progetto per il padiglione espositivo realizzato in piazza della Signoria per il festival europeo di Internet, è esposto alla Biennale di Venezia dell’anno 2000. Dal 2006 al 2011 dirige importanti manifestazioni tra cui il Festival della Creatività e il Festival d’Europa promosso dalle principali istituzioni europee.
Dal 2008 allarga le proprie attività in Sudamerica (Bogotà,Lima, Santiago e San Paolo) e si dedica alla progettazione sostenibile.
 

Andreas Philippopoulos-Mihalopoulos

Andreas Philippopoulos-Mihalopoulos è professore di Law & Theory presso l’Università di Westminster, e fondatore e direttore di The Westminster Law & Theory Lab. È regolarmente invitato a parlare in istituzioni di tutto il mondo e detiene affiliazioni permanenti al Centro per la politica, la gestione e la filosofia, alla Copenhagen Business School dal 2006, e all’Istituto universitario di architettura di Venezia dal 2009. Andreas ha ricevuto l’OUP 2011 Premio nazionale come insegnante di giurisprudenza dell’anno Nel 2016 è stato insignito anche del Premio di Educazione alla Legge per l’Ambiente IUCN per il suo insegnamento interdisciplinare. I suoi interessi di ricerca includono spazio, corpi, ontologie radicali, studi post-umanistici, autopoiesi critica, letteratura, psicoanalisi, filosofia continentale, studi di genere, teoria dell’arte e il loro legame con la legge. Andreas è anche un artista sotto il nome di picpoet. Ha anche pubblicato (in greco) The Book of Water, un libro di fiction sull’acqua, attualmente tradotto in inglese, italiano e francese. I suoi libri accademici comprendono le monografie Absent Environments (2007), Niklas Luhmann: Law, Justice, Society (2009), Spatial Justice: Body Lawscape Atmosphere (2014), e i volumi Law and the City (2007), Law and Ecology ( 2011), Osservando Luhmann: Radical Theoretical Encounters (co-editato con Anders La Cour, 2013), Milieu di creazione di conoscenza in Europa: Aziende, Città, Territori (co-editato con Augusto Cusinato, 2015), Manuale del metodo di ricerca ambientale (con Victoria Brooks, Elgar, 2017) e il Manuale di Routledge Research on Law and Theory (2018). Andreas è editore (con Christian Borch) della serie Routledge Glasshouse Space, Materiality and the Normative. Sta attualmente completando una monografia su Material Justice (2019).
 

Guido Smorto

Guido Smorto è ordinario di Diritto comparato presso l’Università di Palermo, dove insegna anche Analisi economica del diritto, e faculty affiliate presso l’Internet Interdisciplinary Institute (IN3 – UOC) di Barcellona. Sulla digital economy ha pubblicato numerosi saggi scientifici e articoli divulgativi. Sugli stessi temi ha condotto ricerche per conto del Parlamento e della Commissione EU ed ha contribuito alla stesura della Risoluzione del Parlamento europeo sull’economia collaborativa.
 

Alberto Rollo

Alberto Rollo (Milano,1951) è attualmente Consulente per la Narrativa Mondadori. È stato Direttore Editoriale Baldini+Castoldi e Direttore Letterario di GGFeltrinelli Editore. Ha collaborato e collabora tuttora per diverse testate nazionali (“La Stampa” e “La Repubblica”). È stato collaboratore e poi co-direttore della rivista “Linea d’Ombra”. Ha scritto saggi per “Belfagor”, “Quaderni piacentini”, “Tirature”, “Minima moralia”, “Lo Straniero”, “Letterratura e letterature”, “L’immaginazione”. Ha tradotto narratori inglesi e angloamericani e ha scritto per il teatro. Ha pubblicato Una educazione milanese (Manni Editori 2016), cura e introduzione di AAVV Che cosa ho in testa (Baldini+Castoldi, 2017), introduzione a Franco Fortini, Verifica dei poteri (Il Saggiatore, 2017).
 

Cino Zucchi

Nato a Milano nel 1955, Cino Zucchi si è laureato all’M.I.T. e al Politecnico di Milano, dove insegna. Autore di numerosi articoli e libri di teoria e storia dell’architettura, è stato il curatore del Padiglione Italiano alla Biennale di Architettura di Venezia nel 2014. Insieme al suo studio CZA ha progettato e realizzato numerosi edifici, spazi pubblici e piani urbanistici che hanno meritato premi e menzioni.

 


FONDAZIONE GIANGIACOMO FELTRINELLI

About a City – Places, ideas and rights for 2030 citizens
Quattro giorni di talk, dibattiti, lecture e proiezioni con ospiti da tutto il mondo, per immaginare il futuro delle città

24-27 maggio 2018

Da un’idea di
Massimiliano Tarantino, Segretario Generale di Fondazione Giangiacomo Feltrinelli

Comitato scientifico
Stefano Boeri, Mauro Magatti, Salvatore Settis

A cura di
Ilaria Giuliani e Paola Piscitelli

Coordinamento delle attività di ricerca
Francesco Grandi

 

Organizzazione e produzione
Francesca Audisio e Martina Pozzo

Fundraising e sponsorship
Alessandro Bianchi e Matteo Brambilla

Relazioni esterne e istituzionali
Caterina Perniconi

Ufficio stampa
Francesca Esposito

Promozione
Anna Wizemann

Coordinamento editoriale
David Bidussa e Caterina Croce

Progetto grafico
DM+B & Associati

Tutti gli incontri sono a ingresso libero salvo dove diversamente specificato.

Prevista la traduzione simultanea per gli incontri in lingua inglese.

Iniziativa in collaborazione con l’Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Milano. Riconosciuti 7 cfp agli Architetti nelle giornate del 25 e 26 maggio dalle 10.00 alle 20.00



About a City è organizzata grazie al supporto di A2A, Alnylam, Cassina, COIMA, Smart e Vodafone.

 

La Fondazione ti consiglia
pagina 41694\