Il patrimonio conservato dalla Fondazione è uno dei più ampi e dettagliati in Europa nel campo delle scienze storiche, politiche, economiche e sociali. Si tratta di oltre 1,5 milioni di pezzi d’archivio, 250.000 volumi, 17.500 testate di periodici e 14.000 manifesti.

I fondi archivistici spaziano dagli archivi di persone e famiglie (i fondi Famiglia Feltrinelli, Angelo Tasca, Pietro Secchia, Rinaldo Rigola, Felice Cavallotti, Leo Valiani) agli archivi di enti, istituzioni e imprese (Biblioteca Istituto Feltrinelli, Giangiacomo Feltrinelli Editore), dalle raccolte documentarie (sul movimento di Solidarnosc e la Primavera di Praga, il fondo sui movimenti democratici nella Cina contemporanea, il fondo sulla Nuova sinistra italiana, la guerra civile spagnola, la Resistenza europea), ai manifesti e le affiches (il ’48 italiano, francese e tedesco, le caricature e i manifesti della Comune di Parigi, i manifesti politici italiani del secondo dopoguerra, la Collezione Alberto Sandretti di manifesti sovietici).

La biblioteca conserva circa 4.500 opere antiche e rare, spesso in prima edizione, pubblicate tra il sedicesimo e la prima metà del diciannovesimo secolo. Tra i volumi di maggior pregio vi sono l’edizione del 1518 dell’Utopia di Thomas More, prime o rare edizioni delle opere di Hugo Grotius, William Petty, John Locke e Thomas Hobbes.

Condividi