Webinar gratuiti su iscrizione


#SARABANDA2021 #POLITICA
#idee #destre

 

Di cosa parliamo in questo ciclo?

L’Europa ha due facce: non è solo quella dell’Illuminismo, della Dichiarazione dei Diritti dell’Uomo e del Cittadino, della democrazia e della promessa di un maggior benessere. È anche quella che ha colonizzato e schiavizzato il resto del mondo, scatenato guerre ferocissime e dato vita ai vari fascismi. Queste ideologie restano sullo sfondo, sempre presenti, pronte a strumentalizzare i momenti di crisi ingigantendo divisioni e fratture sociali. Per contrastare questo “lato oscuro” è necessario averne consapevolezza e sviluppare alternative politiche e sociali ai sentimenti di esclusione e abbandono oggi diffusi nella società.
Per questo proponiamo, in collaborazione con il Goethe-Institut Mailand, un ciclo di webinar che mappa queste tendenze, tra Italia e Germania, attraverso voci di attivisti, giornalisti e studiosi.

Programma del prossimo incontro

26 aprile – 18.30
L’Europa impossibile della destra radicale

Il terzo incontro di questo ciclo guarda al progetto europeo, speranza contro i nazionalismi, ma spesso attaccato e strumentalizzato dall’estrema destra nel tentativo di indebolirlo, snaturarlo o distruggerlo. A questo fine, ci si pone l’obiettivo di rispondere a determinate domande: qual è il rapporto delle destre radicali tra di loro, a livello internazionale? Quale idea e quale progetto hanno di Europa? In questo senso, che tipo di reti hanno sviluppato e che tipo di alleanze hanno stabilito con altre realtà europee simili? Si tratta sempre di sinergie o vi sono punti di collisione? Dalle loro origini all’oggi, come è evoluta l’ideologia di questi partiti sui temi per loro salienti (xenofobia, nazionalismo euroscettico, conservatorismo) dopo vent’anni di globalizzazione e all’ombra della pandemia? Su quali domande sociali cercano di costruire il loro radicamento e la loro piattaforma? In un contesto di Europa unita e iperconnessa, quanto delle loro promesse è stato realizzato o è realizzabile?

Con

Karolin Schwarz giornalista, fact-checker e formatrice, fondatrice di Hoaxmap.org, su cui vengono raccolte fake news su rifugiati e minoranze etniche
Claudio Vercelli storico contemporaneista, con focus su storia europea del Novecento, del Medioriente e dei regimi totalitari

Tavola rotonda

Cristina Carpinelli, Membro del comitato scientifico del CESPI (Centro Studi Problemi Internazionali)
Luca Carrieri, Assegnista di ricerca presso la LUISS Guido Carli
Massimo Congiu, giornalista e ricercatore
Damiano Palano, Professore ordinario di Filosofia politica presso l’Università Cattolica de Sacro Cuore
Gianluca Piccolino, Assegnista di ricerca presso l’Università degli Studi di Trieste

Con un intervento di

Christian Fuchs giornalista per Die Zeit nella redazione “Investigative Recherche” e “Date”

Saverio Ferrari, fondatore dell’Osservatorio Democratico sulle nuove destre, che monitora il panorama dell’estremismo di destra in Italia, mappa e coordina le iniziative anti-fasciste

Modera l’incontro

Jacopo Tondelli Direttore de Gli Stati Generali

 

Workshop online a partecipazione libera. Per iscriverti clicca qui

 

Appuntamenti precedenti

19 aprile – 18.30
Azioni e movimenti underground della destra radicale

Il secondo dibattito indaga va a quali sono e come agiscono i gruppi, movimenti e partiti della destra radicale in Europa, con particolare sensibilità alle realtà italiana e tedesca. Su quali battaglie si impegnano, come si organizzano, a chi parlano? Su quali tematiche fanno leva per interpretare il disagio esistente ed aumentare il proprio successo? Presso quali gruppi sociali riescono a fare breccia? Soprattutto, come è possibile contrastarle questi fenomeni e costruire un’azione efficace, imparando da esperienze virtuose che nascono dal basso, nei territori e nelle periferie?

Con
David Begrich, esperto di estremismo di destra, vive a Magdeburg dove opera per l’associazione Miteinander e.V. – Network for Democracy and Open-Mindedness in Saxony-Anhalt e.V.

Paolo Berizzi, inviato speciale di Repubblica, conosciuto soprattutto per le sue inchieste sul neofascismo

Tavola rotonda
Pietro Castelli Gattinara, ricercatore presso l’Università di Oslo
Giorgia Bulli, ricercatrice Università di Firenze
Lorenzo De Sio, Professore Ordinario di Scienza Politica presso la LUISS Guido Carli
Carlo Greppi, storico e scrittore sui temi del fascismo e dell’Olocausto
Ugo Maria Tassinari, giornalista, ricercatore e autore del blog Fascinazione.info

Intervengono

Paolo Spinazzè, in arte Cibo, street artist che dipinge murales di frutta, dolci e altre prelibatezze della cucina italiana per coprire svastiche, croci celtiche e insulti razzisti per le strade di Verona

Karoline Zinßer dirige la sede di DIE VIELEN e.V. a Berlino e coordina le attività della rete nazionale dell’associazione

12 aprile – 18.30
Odio in rete: discorsi di odio e social media al servizio della destra radicale

Discorsi apertamente intolleranti, violenti e di odio si diffondono nella società. I social media sono uno dei canali preferenziali lungo i quali questi messaggi vengono veicolati, spesso senza una reale cognizione di causa in merito alle loro conseguenze e finendo così per sdoganare il messaggio della destra radicale. Perché, con quali tecniche e presso quali pubblici questi messaggi hanno presa? Come fare per combattere la radicalizzazione online? Quali sono le contro-narrative che possono essere messe in campo?

Con
Anetta Kahane giornalista, autrice e attivista contro anti-semitismo, razzismo ed estremismo di destra
Manuela Caiani sociologa politica e docente la Facoltà di Scienze Politiche e Sociali della Scuola Normale Superiore di Firenze

Tavola rotonda

Enrico Biale, Ricercatore in Filosofia Politica presso l’Università del Piemonte Orientale

Roberta Bracciale, Professore Associato di Sociologia dei Media presso l’Università degli Studi di Pisa

Marilisa D’Amico, Professore Ordinario di Diritto costituzionale presso l’Università degli Studi di Milano e co-fondatrice di VOX Diritti

Nannerel Fiano, Assegnista di ricerca in Diritto Costituzionale presso l’Università degli Studi di Milano

Corrado Fumagalli, Ricercatore in Filosofia Politica presso l’Università degli Studi di Genova

E un intervento di
Theresa Ostertag, che segue “BeInterNett” per Gegen Vergessen – Für Demokratie e. V. (GVFD) associazione che promuove la partecipazione alla politica, alla società civile e all’analisi critica dell’estremismo politico

Wissal Houbabi e Didier Tieoule per Antirəzinə, fanzine antirazzista creata da Il Razzismo è una Brutta Storia in occasione della settimana contro il razzismo 2021

 


Il ciclo è in collaborazione con

 

 

 

 

 

Per quale Area di Ricerca?


Democrazia

L’Osservatorio sulla democrazia è lo strumento che, tramite la costruzione di un network internazionale, sviluppa attività di ricerca, divulgazione e formazione favorendo il confronto tra mondo accademico, associativo e politico e tra diverse aree geopolitiche attraversate da processi di forti cambiamenti, come l’Europa meridionale e l’America Latina.

Scopri di più

Condividi
La Fondazione ti consiglia
pagina 99643\