ITA | ENG


Workshop con sessioni aperte al pubblico: Fondazione Giangiacomo Feltrinelli – viale Pasubio 5 Milano
Green Pass necessario sopra i 12 anni

Gli incontri si possono seguire anche in streaming sul sito della Fondazione fondazionefeltrinelli.it/live e sulla pagina Facebook


Dopo oltre un anno di pandemia, le città sono a pezzi. Sempre più vulnerabili, si mostrano chiari i loro limiti nel garantire un equo sviluppo sociale ed economico: carenza di servizi adeguati; carenza di accesso alla casa; isolamento fisico individuale che, da misura di contenimento del contagio, si è consolidato in uno stile di vita; perdita di lavoro; … Pezzi di città sono malati, degradati e abbandonati: non più terreno fertile per il benessere collettivo, ma centri di ingiustizia sociale, replica di modelli di governance inefficaci e di inefficaci approcci all’ambiente. Le città necessitano di essere riparate, riprogettate e curate nel loro ordine spaziale, sociale ed economico.

Il FeltrinelliCamp Broken Cities è ispirato dalla consapevolezza che le città stiano affrontando sfide sociali e ambientali bisognose di soluzioni a lungo termine, ben pianificate e gestite in modo responsabile. Due giornate con giovani ricercatori e professionisti da tutta Europa messi in dialogo con esperti e speaker internazionali – tra cui Richard Sennett, Ricky Burdett, Erik Klinenberg, Saskia Sassen, Isabelle Anguelosvski, Filipe Araujo, Nadina Galle, Joan Subirats, Tuna Tasan-Kok – su come ricucire la città “frammentata” e come ricomporre fratture ambientali e sociali verso una nuova agenda urbana.


Scarica il programma in pdf


Ripercorri le tappe del FeltrinelliCamp


Giorno 2 – Sabato 9 Ottobre

___________________
9.00-9.30 Accoglienza
——————
9.30-9.50 Presentazione
——————
9.50-10.50 SESSIONE PUBBLICA / Plenaria – Heal the broken city by reconciling socio-ecological cleavages
FILIPE ARAUJO Vice Sindaco di Porto, City Councillor for Innovation and Environment e Chair di EUROCITIES Environment Forum (in collegamento)
ISABELLE ANGUELOVSKI Laboratorio di Barcellona per la giustizia e la sostenibilità ambientale urbana (in collegamento)
NADINA GALLE Internet of Nature
MARCO RANZATO Università Roma Tre
——————
10.50-11.00 Presentazione dei gruppi di lavoro
——————
11.00-13.00 Gruppi di lavoro – 3a sessione
——————
13.00-14.00 Pranzo
——————
14.15-14.25 Sustainable mobility in future cities
MONIKA DERNAI Gruppo BMW Corporate Strategy
——————
Moderatore
ALESSIA LIPAROTI giornalista True News

——————
14.25-16.45 Working groups – 4th session
——————
16.45-17.00 Coffee Break
——————
17.00-18.30 SESSIONE PUBBLICA / Tavola rotonda finale – Proposals for the City to come 
RICHARD SENNETT University College London (in collegamento)
SASKIA SASSEN Columbia University (in collegamento)
RICKY BURDETT London School of Economics (in collegamento)
STEFANO BOERI* Architetto e Urbanista
ALESSANDRO BALDUCCI Politecnico Milano
LAURA SAIJA Università di CataniaPRENOTA IL TUO POSTO, CLICCA QUI
——————
18.30-18.45 SESSIONE PUBBLICA / Interventi di chiusura
——————
Moderatrice

ALESSANDRA MUGLIA, Corriere della Sera

Gli incontri si terranno in inglese.
Le sessioni pubbliche dei due giorni di workshop possono anche essere seguite in tempo reale in streaming su Facebook e sul sito della Fondazione www.fondazionefeltrinelli.it/live
L’evento è inserito nel ciclo UN-Habitat Urban October: un intero mese di incontri, discussioni ed eventi che focalizzano l’attenzione del mondo sulle questioni urbane e lo sviluppo sostenibile. #UrbanOctober #WorldHabitatDay #WorldCitiesDay

 

Ripercorri il primo giorno di lavori – Venerdì 8 Ottobre

___________________
8.45-9.30 Accoglienza e registrazioni
——————
9.30-9.45 SESSIONE PUBBLICA / Opening 
MASSIMO BRICOCOLI DAStU, Politecnico Milano
JOAN SUBIRATS Autonomous University of Barcelona (in collegamento)
——————
9.45-10.45
SESSIONE PUBBLICA / Plenaria –
Heal the broken city by reconciling socio-economic cleavages
TUNA TASAN-KOK University of Amsterdam (in collegamento)
FRANCESCA GELLI IUAV Venezia
LAURA SAIJA Università di Catania
LORENZO KIHLGREN GRANDI Sciences Po Paris
 

 

——————
10.45-11.00 Presentazione dei sei gruppi di lavoro:
Social housing policies and new forms of living / Territorial cohesion, governance and cooperation among territories / Urban and suburban regeneration and requalification / Infrastructures and services for a socio-ecological transition / Participation, digital innovation and co-design of territories / Schools, territories and new educational alliances
——————
11.00-13.00 Gruppi di lavoro – 1a sessione
——————
13.00-14.00 Pranzo 
——————
14.00-15.45 Gruppi di lavoro – 2a sessione
——————
15.45-16.10 Coffee Break
——————
16.10-16.30 Discussione / Social infrastructures for the city to come
ERIK KLINENBERG, New York University (in collegamento)
GABRIELE PASQUI,
 Politecnico Milano
——————
16.30-17.45 Gruppi di lavoro – 3a sessione
——————
18.00-18.15 SESSIONE PUBBLICA / Opening – Official welcome Institutional session
CARLO FELTRINELLI Presidente Fondazione Giangiacomo Feltrinelli
MASSIMILIANO TARANTINO Direttore Fondazione Giangiacomo Feltrinelli
FRANCESCO PASSERINI Sindaco di Codogno
MS. MAIMUNAH MOHD SHARIF ED UN-Habitat (in connection)
——————
18.15-18.30 PUBLIC SESSION / How to rethink economic models and governance practices for a real urban transition?
SIMONE DRAGONE Presidente MM
MASSIMILIANO DI SILVESTRE Presidente e Ceo BMW Italia
——————
18.30-19.30 PUBLIC SESSION / Opening Lecture – How to recompose cities as places of opportunities for citizens, communities, territories? 
ANANYA ROY Docente di Pianificazione urbana, Social Welfare e Geografia all’UCLA
in dialogo con:
ALESSANDRO BALDUCCI Politecnico Milano
CARLA TEDESCO IUAV Venezia

PRENOTA IL TUO POSTO, CLICCA QUI

——————
Moderatore
ALESSANDRA MUGLIA, Corriere della Sera

 



Biografie

 

Ananya Roy, Docente di Pianificazione urbana, Social Welfare e Geografia all’UCLA


Direttrice inaugurale dell’UCLA Luskin Institute su Disuguaglianza e Democrazia. I suoi studi accademici si sono concentrati sulle trasformazioni urbane nel Sud del mondo e sulle espropriazioni e trasferimenti che ne derivano. In un altro filone di ricerca, si è occupata anche dei nuovi regimi di sviluppo internazionale, specie sul tentativo di convertire l’indigenza in capitalismo imprenditoriale.

 

Lorenzo Kihlgren Grandi, PhD, professore a Sciences Po e presidente di Urban Flag


Fondatore e presidente di Urban Flag e docente di City Diplomacy all’istituto Sciences Po di Parigi, École Polytechnique e Columbia University. Si occupa principalmente della risposta multilaterale e internazionale delle città a sfide globali come lo sviluppo sostenibile, il dialogo interculturale e la transizione digitale. Ha lavorato al dipartimento Relazioni Internazionali del Comune di Milano e come consulente e content strategist per l’Associazione Internazionale dei Sindaci Francofoni (AIMF). Al momento lavora sulle strategie di diplomazia cittadina per numerose città, reti urbane e organizzazioni internazionali.

Nadina Galle, Phd, Ecologia Industriale e Ingegneria Ecologica Urbana


Ingegnera ecologica guidata dall’amore per l’ecologia e dal fascino per la tecnologia. Dirige “Internet of Nature”, progetto che utilizza tecnologie innovative per costruire un ecosistema urbano migliore per natura e persone.

Ha oltre un decennio di esperienza nel mondo accademico in quattro continenti e lavora da anni nello sviluppo di start-up tecnologiche.  Il suo lavoro è stato riconosciuto da BBC Earth, National Geographic, Forbes, The Next Web, Newsweek, ELLE e l’Agenzia Spaziale Europea.

Prof. Tuna Taşan-Kok


Docente di Pianificazione e governance urbana all’Università di Amsterdam. Ha ampia conoscenza ed esperienza nel campo della geografia sociale urbana e della pianificazione urbana e ha lavorato per diverse organizzazioni internazionali di alto livello. Analizza la trasformazione urbana da diverse angolazioni della geografia sociale e della pianificazione territoriale.

 

Gabriele Pasqui, Politecnico di Milano


Laureato in Discipline Economiche e Sociali presso l’Università Commerciale “L. Bocconi” di Milano e in Filosofia presso l’Università degli Studi di Milano e Dottore di ricerca in Politiche Pubbliche del Territorio presso il Dipartimento di Analisi Economica e Sociale del Territorio all’Istituto Universitario di Architettura di Venezia. Delegato del Rettore del Politecnico di Milano per le politiche di responsabilità sociale dell’Ateneo.

Consigli di lettura: Leggi la scheda del libro di Città sostantivo plurale (Fondazione G. Feltrinelli)

 

Alessandro Balducci, Architetto e Dottore di ricerca in Pianificazione Territoriale 


Professore ordinario di Pianificazione e Politiche Urbane al Dipartimento di Architettura e Studi Urbani del Politecnico di Milano.  Ha insegnato anche alla Facoltà di Architettura di Pescara, è stato visiting scholarpresso l’Università di Berkeley e visiting professor alle Università di Reims, Tongji University, Aalto University, il MIT Cambridge e all’Accademia di Architettura di Mendrisio. E’ stato assessore all’Urbanistica, edilizia privata e agricoltura del Comune di Milano, Prorettore Vicario del Politecnico di Milano, membro fondatore della European Urban Research Association (EURA), Segretario Nazionale della SIU, la Società Italiana degli Urbanisti (2010-2014), presidente della Associazione Europea delle Scuole di pianificazione (AESOP), di Urban@it il Centro Nazionale di Studi per le Politiche Urbane e della Società Italiana degli Urbanisti.

Consigli di lettura: Leggi la scheda del libro di Atlante delle città (Fondazione G. Feltrinelli)

 

Laura Saija, Ricercatrice di tipo b nel settore disciplinare ICAR 20 (Tecnica e Pianficazione Urbanistica)


Ha lavorato come Assistant Professor presso il Dipartimento di City and Regional Planning, School of Urban Affairs and Public Policies della University of Memphis, TN, USA. Detiene il titolo di Dottore di Ricerca in progetto e recupero Architettonico, Urbano e Ambientale rilasciato dall’Università degli Studi di Catania. I suoi interessi di ricerca sono a cavallo dei settori dell’urbanistica e del progetto urbano e territoriale con quello della pianificazione per lo sviluppo locale. Tra il 2011 e il 2013, attraverso una Borsa di ricerca individuale globale Marie Curie finanziata dal 7 programma quadro dell’EU, si è focalizzata sul ruolo giocato dalle Università come soggetti attivi dei processi di sviluppo locale ispirati dai principi della ricerca-azione, dell’economia circolare e della solidarietà inter- e intra-specie.

 

Richard Sennett, Centennial Professor di Sociologia, Lonson School of Economics


Professore universitario di scienze umane alla New York University. Il suo lavoro di ricerca etnografica, storica e teorica ha studiato in profondità i legami sociali nelle città e gli effetti del vivere urbano. Tra gli altri premi Richard Sennett ha ricevuto il Premio Spinoza, il Premio Hegel e una laurea ad honorem dall’Università di Cambridge.

 

Massimo Bricocoli, Direttore del Dipartimento di Architettura e Studi Urbani, Politecnico di Milano


Ha insegnato presso lo IUAV e l’Università Cà Foscari a Venezia, l’Université du Luxembourg e la HafenCity University di Amburgo dove è stato Fellow della Fondazione Alexander von Humboldt. Si occupa di forme e modi dell’azione pubblica nel governo del territorio, dei nessi tra politiche di welfare e politiche urbanistiche, di politiche della casa.

 

Monika Dernai, BMW Corporate Strategy


Responsabile dell’intelligenza urbana e dell’analisi dei dati, così come del monitoraggio dei mercati della mobilità urbana. Si occupa anche della strategia e dell’implementazione dei progetti Smart City. È entrata a far parte del BMW Group nel 2007 e ha un ampio background per quanto riguarda i veicoli e i servizi di mobilità del Gruppo BMW. In qualità di responsabile della ricerca sui prodotti è stata responsabile dei progetti di ricerca sui veicoli e sulle città di BMW, acquisendo conoscenze approfondite, ad esempio, sulla flotta elettrica di BMW e sui servizi associati, nonché sui temi della mobilità urbana.

 

Francesca Gelli,  Associate Professor in Political Science at IUAV University of Venice

Dal 2016 titolare della Cattedra europea Jean Monnet sul tema “The urban and territorial dimension of European Union Policies”; insegna “City Governance”, “Co-design dei beni comuni urbani”, “Policy Design”.

 

 

Eric Klinenberg, professore di Scienze Sociali, direttore dell’Institute for Public Knowledge alla New York University

È autore di Palaces for the People: How Social Infrastructure Can Help Fight Inequality, Polarization, and the Decline of Civic Life (Crown, 2018), nonché editore di Cultural Production in a Digital Age, co-editore di Antidemocracy in America (Columbia University Press, 2019), e co-autore, con Aziz Ansari, del bestseller del New York Times #1 Modern Romance (The Penguin Press, 2015). I suoi lavori scientifici sono stati pubblicati su riviste come American Sociological Review, Theory and Society ed Ethnography, e ha contribuito a The New Yorker, The New York Times Magazine, Rolling Stone e This American Life.

 

Saskia Sassen, sociologa ed economista


Nota per le sue analisi sulla globalizzazione e i processi transnazionali. Il successo dei suoi libri l’ha resa rapidamente una degli autori più citati negli studi sulla globalizzazione. Dopo aver insegnato sociologia all’Università di Chicago, attualmente insegna alla Columbia University e alla London School of Economics.

Filipe Araújo, Vicepresidente Dipartimento Innovazione e Ambiente 

Laureato in ingegneria elettrotecnica presso la Faculdade de Engenharia da Universidade do Porto. Assessore all’Innovazione e all’Ambiente del Comune di Porto (mandato 2013-2017), Presidente del Consiglio di Amministrazione dell’Azienda Municipale dell’Ambiente di Porto, Presidente del Consiglio di Amministrazione dell’Agenzia per l’Energia di Porto, Presidente del Consiglio di Amministrazione dell’Agenzia per l’Energia di Porto.

 

Isabelle Anguelovski, direttrice del BCNUEJ, professore di ricerca dell’ICREA

Ricercatrice senior e ricercatrice principale all’ICTA e coordinatrice del gruppo di ricerca Healthy Cities and Environmental Justice all’IMIM. Ha conseguito una laurea in Studi Politici presso Science Po Lille e un Master in Sviluppo Internazionale presso l’Université de Paris 1 Sorbonne, ha ottenuto un Graduate Certificate in Nonprofit Management presso l’Università di Harvard e ha ottenuto un PhD in Studi Urbani e Pianificazione presso il MIT prima di tornare in Europa nel 2011 con una borsa di studio Marie Curie International Incoming.

 

Stefano Boeri, Architetto e Urbanista


Nel 1980 si laurea in Architettura al Politecnico di Milano e consegue nel 1989 il dottorato di ricerca in Urbanistica all’Università IUAV di Venezia. Professore ordinario di Progettazione Urbanistica al Politecnico di Milano, è visiting professor in varie università tra cui il Berlage Institute di Rotterdam, il Politecnico di Losanna, lo Strelka Institute di Mosca. Dal febbraio 2018 è il nuovo presidente della Triennale di Milano, carica della durata di quattro anni.

 

Marco Ranzato, ricercatore e docente presso il Dipartimento di Architettura dell’Università Roma Tre

Architetto-urbanista (Master in Architettura, IUAV Venezia, Italia) e dottore di ricerca in Ingegneria Ambientale all’Università di Trento.  Tra il 2013 e il 2020 ha svolto attività di ricerca presso la Facoltà di Architettura La Cambre-Horta dell’Universitè libre de Bruxelles (Belgio) dove, tra il 2016 e il 2020, è stato tra i coordinatori scientifici dell’Urban Lab Metrolab Brussels, del quale è ancora membro.

 

Carla Tedesco, professore associato di Tecnica e pianificazione urbanistica

È membro del collegio docenti del Dottorato di ricerca in Pianificazione territoriale e politiche pubbliche del territorio della Scuola di dottorato dell’Università Iuav di Venezia. Dottore di ricerca in Pianificazione territoriale e politiche pubbliche del territorio, ha incentrato la propria attività di ricerca sull’analisi delle politiche urbane e di sviluppo locale, prestando particolare attenzione ai cambiamenti indotti dal processo di integrazione europea nelle pratiche di trasformazione del territorio in Italia.

 


Approfondisci il tema dei i dissidi eco-sociali urbani

 

Condividi