Ricercatrice Fondazione Giangiacomo Feltrinelli

Il 14 Ottobre a Roma si sono svolti due importanti eventi che rilanciano, o forse sarebbe meglio dire consolidano, la rilevanza delle problematiche legate alla costruzione delle Urban Food Policy. Gli eventi cui si fa riferimento sono: il summit dei sindaci firmatari dell’Urban Food Policy Pact che si terrà il 13 e il 14 Ottobre alla FAO; edin contemporanea il convegno,organizzato dall’American University of Rome il cui titolo è Democratizing food governance.

Cut8KFnWgAAmTvA
Urban Food Policy, Roma, 2016

L’interesse ad analizzare le relazioni tra città e cibo sta quindi crescendo sempre di più e ciò accade perché nelle città stanno emergendo giorno dopo giorno nuovi bisogni alimentari. Aumenta, infatti, il bisogno di essere garantiti (soprattutto se si pensa ai frequenti scandali legati alla cattiva qualità del cibo) e di conseguenza si consolida la tendenza a far nascere nuovi mercati basati sulla vicinanza tra produttori e consumatori. In contemporanea, la maggiore consapevolezza, sia tra i cittadini che tra i governi locali, dell’impatto ambientale del food system stimola la costruzione di politiche urbane attente alle questioni connesse alla sostenibilità. Allo stesso tempo, negli ultimi anni si è fatta sempre più strada la consapevolezza dell’importanza di uno stile di vita sano, questa consapevolezza sollecita a prendersi cura alla scala urbana del sistema cibo.

La combinazione di tali fattori sta rafforzando la consapevolezza del ruolo di primo piano che le città possono avere nella progettazione e costruzione di un sistema cibo sostenibile. L’interesse che il tema cibo sta acquisendo alla scala urbana e metropolitana si rileva anche analizzando il lavoro di istituzioni quali il RUAF (Resource centres on urban agriculture and food security), o ancora la rete eating city, oltre, chiaramente la FAO (Food and Agriculture Organization).

Nello specifico la FAO ha lanciato il programma food for cities che focalizza l’attenzione sulle sfide che le città contemporanee e le popolazioni urbane e rurali devono affrontare per poter rendere sempre più sostenibili i sistemi alimentari. Il Ruaf ha in atto un progetto di ricerca il cui titolo è Developing tools for mapping and assessing sustainable city region food systems (CityFoodTools) che mette a fuoco quali sono gli strumenti più idonei per poter analizzare i sistemi alimentari urbani. La piattaforma internazionale eating city si propone, invece, di sensibilizzare le città europea sul tema delle politiche alimentari evidenziando che queste ultime hanno degli impatti non solo sui consumi di cibo, ma anche sui consumi di suolo e sulle emissioni di gas climalteranti. Infine, vale la pena sottolineare che nell’anno 2015 sono state organizzate due conferenze internazionali su questi temi: la prima a Roma dal titolo Agriculture in an Urbanizing Society (II edizione della medesiama conferenza tenuta nel 2012 a Wageningen); la seconda a Torino dal titolo Localizing Urban food policies, organizzata dalla rete Sustainable Food Planning dell’Aesop (Association of European school of planning).

Alla luce delle iniziative poc’anzi elencate è evidente che la sfida delle Urban Food Policies continua tra azioni concrete e nuovi stimoli per il dibattito, lasciandoci, dunque, intuire che ben lungi dall’essere una moda passeggera gli spazi di ricerca, e di ricerca-azione, sul tema delle urban food policy cresceranno sempre di più nel corso dei prossimi mesi e presumibilmente dei prossimi anni.

Nunzia Borrelli
Fondazione Giangiacomo Feltrinelli

20/10/2016


 Consigli di lettura

MILAN URBAN FOOD POLICY PACT. SELECTED GOOD PRACTICES FROM CITIES

AA. VV.cover

Il Milan Food Policy Pact è stata un’esperienza unica per la città di Milano. L’ebook, pubblicato per la collana utopie da Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, raccoglie opinioni, pensieri e soluzioni relative a quell’esperienza.

A partire da domande semplici quali “come mangia Milano? Tutti i cittadini hanno cibo sufficiente? Quanto si spreca nella realtà quotidiana?” sono stati chiamati a raccolta esperti, istituzioni e cittadini per riprogettare le regole del sistema alimentare milanese e renderlo migliore in un’ottica di sostenibilità

> VAI ALLA PAGINA
> SCARICA L’EBOOK IN FORMATO EPUB E MOBI

 

pagina 17465\