Le attività di ricerca che Fondazione Giangiacomo Feltrinelli ha condotto nel corso di Stagione Capitale hanno lasciato sul campo un insieme di riflessioni, storie di caso, voci di comunità di pratica che insistono sulla necessità di migliorare le condizioni di vita delle persone nei territori, immaginare uno sviluppo più sostenibile sulla base di un diverso paradigma economico, sperimentare nuovi processi di partecipazione democratica e di corresponsabilità degli attori, ripensare interventi di sistema sulle condizioni di vita, lavoro e formazione.

Analisi, proposte e interrogativi sono stati raccolti in quattro Rapporti di ricerca, che invitano a una lettura complessa della realtà nominando problemi, sollecitando domande, quesiti e cambi di prospettive con cui guardare alle urgenze della contemporaneità e alle ferite di lungo periodo che le crisi generano tra le persone e nelle comunità.

In società complesse e in rapida trasformazione, caratterizzate da processi di frammentazione e individualizzazione, da disuguaglianze e profondi cambiamenti di mentalità, occorre ripensare il ruolo di attori istituzionali, economici e della società civile per un’alternativa di progresso sociale – più umano e sostenibile – accogliendo la forza delle economie finanziarie e relazionali a carattere spontaneo e di prossimità, indagando le pratiche di innovazione democratica e il ruolo del civismo in risposta all’autoritarismo. Promuovendo, inoltre, la diffusione di interventi, in ambito educativo, capaci di garantire a tutti mobilità sociale e eguali opportunità di accesso.

Emerge l’esigenza di abilitare risposte capaci di agire e promuovere un disegno comune di sviluppo, un’alternativa fatta di politiche che ne sappiano sostenere l’attuazione, abilitando la realizzazione del singolo e rispondendo alle domande di tutela di comunità che si sentono “lasciate indietro”, per l’emancipazione di tutti e di ogni luogo.

La Fondazione ti consiglia
pagina 69221\