Solidarność, il lento cammino verso la legalità e le elezioni del 1989

Pannello 3

 

«È necessario un nuovo patto, che possa essere condiviso da tutte le maggiori forze politiche. Nuovo, ma che garantisca una continuità»

Discorso di Lech Wałęsa alla conclusione delle consultazioni, Varsavia 5 aprile 1989, in Trybuna Ludu, n. 81, 6 aprile 1989.

Alcuni cambiamenti concreti nella politica si manifestano con l’amnistia del luglio 1986 grazie alla quale vengono rilasciati oltre 200 prigionieri politici. L’inizio del disgelo rende possibile la nascita di strutture pubbliche dell’opposizione. Nel 1988 numerosi scioperi riaprono le trattative con il governo.

Dal 6 febbraio al 5 aprile 1989 si tengono a Varsavia gli incontri della “Tavola Rotonda”, ai quali partecipano esponenti dell’opposizione, del Poup e della Chiesa cattolica. Le decisioni più importanti riguardano la legalizzazione di Solidarność e l’ammissione dell’opposizione a partecipare alle elezioni per il Parlamento.

Il 4 giugno 1989 si tengono le prime attese elezioni parzialmente libere. Al Sejm, Camera dei Deputati, il 65% dei seggi è assicurato ai comunisti. Solidarność ottiene circa il 99% dei seggi al Senato e l’intera percentuale disponibile al Sejm. Jaruzelski, unica candidatura per la presidenza, viene eletto dalle Camere per un solo voto; viene nominato presidente del Consiglio Tadeusz Mazowiecki.

Guarda la photogallery

Di seguito viene proposta la digitalizzazione della bacheca del terzo pannello della mostra, allestita con tre fotografie e un manifesto tratti dall’archivio del Centro Europeo di Solidarność e dal patrimonio di Fondazione Giangiacomo Feltrinelli.

Per iniziare la visita alla mostra virtuale, basta cliccare su una delle immagini che seguono. Potete procedere nell’ordine consigliato oppure visualizzare i singoli oggetti.

Guarda

L’ex presidente polacco Lech Wałęsa spiega come ha sfidato il regime comunista per contribuire a far cadere la cortina di ferro.

 


La Polonia di Solidarność
La nuova frontiera americana
Cile 1973
Mostra Russia