14-07-2018 21:00

Stagione Ribelle \ Let’s Play
Parola chiave: #Città


La beauté c’est ta tête
Proiezione 
14 luglio, ore 21
Per acquistare i biglietti clicca qui

Regia a cura di ZimmerFrei
Produzione di ZimmerFrei, Lieux Publics and InSitu
Distribuzione Bo Film

In Voices&Borders ZimmerFrei propone la proiezione di La beauté c’est ta tête di Massimo Carozzi, Anna de Manincor, Anna Rispoli, una produzione Lieux Publics e InSitu.Nel quartiere popolare e multietnico di Noailles, primo porto di arrivo di tutti quelli che sbarcano a Marsiglia, una variegata fauna di personaggi alla deriva si ritrova ogni giorno al Mon Bar, per bere un bicchiere, fare due chiacchiere e arrivare in fondo alla giornata.Il Vieux Port e la città intorno a loro sta cambiando profondamente, ma in un futuro molto prossimo ci si pentirà forse di aver perduto quella vita di strada e rapporti di quartiere che sono l’espressione più vitale della convivenza urbana.Il film fa parte della serie Temporary Cities, ritratti di “città temporanee” a partire da luoghi molto circoscritti inseriti in grandi aree urbane in cui è in corso una trasformazione urbana, sociale e culturale.

Partecipa al laboratorio
Passeggiata artistica in Via Paolo Sarpi / con ZimmerFrei

Laboratorio di creazione documentale
14 luglio, ore 16.00-18.00
Per iscriverti clicca qui

Un workshop aperto a tutti sotto forma di una camminata in via Paolo Sarpi, lo storico quartiere cinese di Milano, per esplorare come un linguaggio come quello cinematografico può raccontare le trasformazioni e le anime di una città.

L’originale tecnica di esplorazione di ZimmerFrei trae spunto dagli esercizi di scrittura di George Perec, che poteva passare tre giorni interi seduto al tavolino del caffè sotto casa scrivendo tutto quello che vedeva. Come in Tentativi di esaurimento di un luogo parigino, il gruppo di lavoro del workshop sceglierà un punto di osservazione (una panchina strategica, una fermata del tram, un angolo dalla prospettiva inusuale o un cortile col portone sempre aperto) e con la guida della regista Anna de Manincor metterà in atto alcune pratiche del documentario, per immaginare di rileggere il tessuto urbano come un affresco cinematografico in cui esistono realtà diverse e parallele, sguardi parziali e discutibili, singolarità e ricorrenze, momenti di epifania e visioni trasfigurate.

 

ZimmerFrei

Gruppo di artisti dalle pratiche trasversali con base a Bologna e Bruxelles, produce opere di vario formato: ambienti sonori, installazioni video, performance, spettacoli multimediali, film documentari e serie fotografiche e si dedica all’investigazione di spazi urbani reali immaginari. Collabora con gallerie d’arte e musei, teatri, festival e luoghi ibridi.


Scarica il programma completo di Voices&Borders 

La Fondazione ti consiglia
pagina 45010\