29-10-2018 19:00
Luogo: Fondazione Giangiacomo Feltrinelli - Viale Pasubio 5, Milano

Stagione Capitale 2018/2019 \ Ripensare Partecipazione e Diritti

In collaborazione con Fondazione Matera-Basilicata 2019


La distanza tra cittadini e istituzioni oggi appare incolmabile. Siamo di fronte a sfide che sembrano insuperabili se affidate alle sole istituzioni. Perché non affrontarle chiamando a raccolta le intelligenze e le energie dei cittadini?

Contesti di disimpegno e di chiusura sono rianimati da cittadini che scoprono una dimensione di partecipazione e responsabilità condivisa, di coinvolgimento diretto in progetti di respiro civile e politico, in forme nuove di collaborazione con le istituzioni. L’attivismo è la molla per innescare processi di cambiamento e percorsi di crescita nell’acquisizione di consapevolezza e competenze.

In un percorso in quattro tappe Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, in partnership con Fondazione Matera-Basilicata 2019 in occasione di Matera Capitale Europea della Cultura 2019, intende approfondire i processi di partecipazione dal basso; analizzando pratiche di cittadinanza attiva che a livello nazionale ed europeo sono state in grado di rinnovare comunità, rilanciare economie, riscoprire il valore del patto sociale, sulla base di identità e pratiche includenti.

Quattro appuntamenti, tra Milano, Bruxelles e Matera, con ospiti internazionali che indagano le possibilità dell’attivismo civico per definire nuove forme di democrazia e di economia, innescare pensieri e azioni capaci di cambiare la realtà e generare nuova qualità sociale.


Primo appuntamento Democrazia è: il potere di decidere


La distanza tra cittadini e istituzioni oggi appare incolmabile. Occorre ripensare le nostre democrazie Siamo di fronte a sfide che sembrano insuperabili per le sole istituzioni. Perché non affrontarle chiamando a raccolta le intelligenze, i desideri e le energie dei cittadini? Quale democrazie e quale patto di cittadinanza è possibile oggi in Europa?

Con: Richard Bellamy – EUI, European University Institute

e Luciano Fasano, Università degli Studi di Milano

modera Jacopo Tondelli, Gli Stati Generali


Biografie dei partecipanti


 

Richard Bellamy 

Direttore del Max Weber Programme, professore di Scienza Politica presso la University College, London (UCL), Richard Bellamy ha fra i suoi principali interessi di ricerca la storia sociale e politica europea e la filosofia politica contemporanea. Si è occupato, di pensiero politico e liberalismo in Europa, costituzionalismo, cittadinanza, rappresentanza e democrazia. Fra le sue pubblicazioni più recenti figura A European Republic of States: Cosmopolitan Statism, Republican Intergovernmentalism and the Demoicratic Legitimacy of the EU (Cambridge University Press 2017), in cui ha espresso la necessità di proteggere la sovranità dello Stato per garantire il rispetto della sovranità popolare. Bellamy ha ottenuto numerosi riconoscimenti per la sua opera di ricercatore, fra cui la Serena Medal della British Academy.

 

Luciano Fasano

Ricercatore in Scienza politica presso il Dipartimento di Scienze sociali e politiche dell’Università degli studi di Milano, dove insegna Scienza politica nella laurea triennale in Scienze internazionali e Istituzioni europee e Istituzioni politiche e processi decisionali nella laurea magistrale in Scienze politiche e di Governo. Si occupa di rappresentanza politica e degli interessi organizzati, partiti e sistemi di partito, gruppi di pressione, comportamento elettorale, elezioni primarie e teoria sociale. È autore di diversi contributi sulle elezioni primarie in Italia e sulla trasformazione dei partiti politici. Tra le pubblicazioni più recenti “L’ultimo partito. Dieci anni di Partito Democratico” con Paolo Natale.


Prossimi appuntamenti del ciclo People Have the Power

1 FEBBRAIO 2019, Bruxelles
Democrazia è: il potere di trasformare la realtà
CON: Yves Sintomer – Centre Marc Bloch

27 FEBBRAIO, Matera
Democrazia è: il potere di realizzare
CON: Giovanni Moro – Fondazione per la Cittadinanza Attiva

20 GIUGNO, Milano
Democrazia è: il potere di progettare il futuro

La Fondazione ti consiglia
pagina 47333\