Fondazione Giangiacomo Feltrinelli - viale Pasubio 5, Milano

Declinare il presente

Calendario civile / Cittadinanza Europea

25, 26, 27 gennaio 2017 letture, spettacoli, proiezioni indagano il tema della memoria.

Fondazione Giangiacomo Feltrinelli propone Memoria/Memoriae. Declinare il presente, tre giornate di incontri, spettacoli teatrali, letture e proiezioni cinematografiche che indagano il tema della Memoria a partire da tre punti di vista: Violenze, Indifferenze, Memorie.

Ad ognuna di queste parole è dedicata una giornata in cui vengono proposti momenti culturali, didattici e performativi nella Sala Polifunzionale della nuova sede di viale Pasubio 5, Milano.

Segui gli incontri sui social con l’hashtag: #MemoriaMemoriae.

> scarica il comunicato stampa

programma


Mercoledì 25 gennaio
VIOLENZE
Ore 20.00, Sala Polifunzionale

Intervento introduttivo di Alessandro Leogrande (vicedirettore del mensile Lo straniero) sulla violenza. Letture da Maschere per un massacro di Paolo Rumiz. A seguire il monologo teatrale A come Srebrenica di Giovanna Giovannozzi, Roberta Biagiarelli, Simona Gonella, per la regia di Simona Gonella, con Roberta Biagiarelli, produzione Babelia. A come Srebrenica ha debuttato al Festival del Teatro e del Sacro di Arezzo nel 1998, le repliche hanno raggiunto oltre le 400 rappresentazioni.

Giovedì 26 gennaio
INDIFFERENZE
Ore 20.00, Sala Polifunzionale

Dialogo introduttivo fra Lorenzo Cremonesi (giornalista) e Marcello Flores (storico, Università degli studi di Siena) su Aleppo e Siria. Letture da Non c’è una fine. Trasmettere la memoria di Auschwitz di Piotr M. A. Cywiński. A seguire proiezione del film Eau argentée – Autoritratto siriano per la regia di Oussama Mohammad, Wiam Bedirxan, 2014, opera-collage sulla guerra civile in Siria, nata dal dialogo a distanza tra Ossama Mohammed – cineasta siriano esule a Parigi – e la giovane attivista curda Wiam Bedirxan.

Venerdì 27 gennaio
MEMORIE
Ore 20.00, Sala Polifunzionale

David Bidussa (Fondazione Giangiacomo Feltrinelli) introduce Christian Krönes, uno dei quattro registi di A German Life, La vita di Brunhilde Pomsel, la segretaria e stenografa di Joseph Goebbels, presentato in anteprima al Trieste Film Festival 2017, dal 20 al 29 gennaio. Prima della proiezione letture da I luoghi della memoria di Pierre Nora.

Tutti gli incontri sono a ingresso libero fino a esaurimento posti


Memoria / memoriae per le scuole

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria formazione@fondazionefeltrinelli.it
Mercoledì 25 gennaio – ore 10.00
Proiezione / Laboratorio HistoryMap Gente nostra, sangue nostro. Amare, lottare, morire per la Patria, introduzione David Bidussa di Fondazione Giangiacomo Feltrinelli e attività condotte dal docente e ricercatore Mauro Bertola.

Venerdì 27 gennaio – dalle ore 9.00
Proiezione dell’episodio La storia si ripete, inchiesta documentaristica di Fischia il Vento – Migrazioni, condotta da Gad Lerner e prodotta da laeffe e Repubblica, laboratorio a cura dell’associazione Razzismo brutta storia.

 


Consigli di lettura

ebook: “Il passato al presente”
E-Book Quaderni 06 (1)

La storia tradizionalmente l’hanno raccontata gli storici attraverso i libri.

Ma il passato ci raggiunge anche attraverso molte altre fonti, altri media e linguaggi: dalle lettere ai film, dai diari alle canzoni, dalle fotografie al web, fino ai luoghi della storia e i nostri stessi ricordi; tracce di memoria disperse nel nostro quotidiano che ci investono direttamente e in prima persona.

In questi brevi saggi Paolo Rumiz, Carlo Greppi e David Bidussa riflettono su cosa voglia dire raccontare il passato oggi, dentro e fuori le barriere cartacee del libro, rimettendo in primo piano il coinvolgimento attivo di chi finora la storia l’ha soltanto recepita passivamente, ma potrebbe forse tornare a viverla.

CLICCA QUI e Scarica la PREMESSA all’ebook

VAI ALLA PAGINA

 


Multimedia

Guarda Memory, la videointervista a Mario Sesti (giornalista e critico cinematografico) e Amos Gitai (regista) realizzata durante le giornate inaugurali della nuova sede di Fondazione Giangiacomo Feltrinelli:

pagina 18157\