10 settembre 2014
10-09-2014 00:00 - 20140910
Ore: 09:00
Luogo: Fondazione Giangiacomo Feltrinelli Via Romagnosi 3, Milano

Il network europeo COST Food Structure Design che coinvolge 29 paesi ed è coordinato da Laura Piazza, docente dell’Università degli Studi Milano, ha organizzato con il Dipartimento di Scienze degli Alimenti, Nutrizione ed Ambiente e con la Fondazione Giangiacomo Feltrinelli nell’ambito di Laboratorio Expo, una Summer School sul tema della Ingegneria Gastrointestinale. La scuola propone una piattaforma scientifica multidisciplinare, con contributi di esperti europei in scienza della nutrizione, biofisica, biochimica, biotecnologie microbiche ed ingegneria alimentare, e presenterà i più avanzati fronti di ricerca per riprogettare alimenti con strutture ottimizzate per interagire efficacemente con l’apparato digestivo, e quindi in grado di fornire benessere al consumatore.
La scuola è rivolta principalmente a giovani ricercatori dell’area delle Scienze degli Alimenti provenienti da tutta Europa. Le lezioni avranno luogo dall’8 al 10 settembre 2014. Le lectures finali verranno ospitate all’interno di Laboratorio Expo, il progetto di Fondazione Giangiacomo Feltrinelli e Expo Milano 2015 presso la sede della Fondazione Giangiacomo Feltrinelli in via Romagnosi 3, Milano.

botero-sala-da-pranzoMercoledì 10 settembre
dalle 9.00 alle 13.00
Fondazione Giangiacomo Feltrinelli
Via Romagnosi, 3
Milano

Benvenuto e chiusura dell’evento: Prof. ssa Laura Piazza, Università degli Studi di Milano e Chair COST ACTION FA1001 e co-chair TRAINING SCHOOL 2014

Lectures di

Professor Uri Lesmes
Institute of Food Research Norwich Research Park Norwich, UK Physicochemical strategies to modulate macronutrient digestibility and controlled release properties

Professor Alan Mackie
Faculty of Biotechnology and Food Engineering, Technion – Israel Institute of Technology, Israel In vitro simulation of human digestion: What can be replicated

Nel prossimo decennio la parola chiave nella innovazione alimentare sarà nutrizione personalizzata. Si tratta di una sfida scientifica che, come ricaduta, potrà contribuire a migliorare lo stato della salute pubblica e come conseguenza ad alleggerire la spesa sanitaria, specialmente nel contesto di incremento demografico globale. Gli alimenti della dieta abituale verranno riformulati per garantire un maggior impatto salutistico.

 

pagina 3312\