17-10-2018 19:00
Luogo: Fondazione Giangiacomo Feltrinelli - Viale Pasubio 5, Milano

Mercoledì 17 ottobre alle ore 19.00 nella Sala Lettura della Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, l’artista cileno Alfredo Jaar presenta in anteprima la mostra LAMENT OF THE IMAGES, ospitata alla Galleria Lia Rumma dal 18 ottobre, illustrando il suo percorso artistico dalle origini fino ad oggi.

 

Biografia

Nato nel 1956 a Santiago del Cile, ha trascorso l’infanzia a Fort-de-France, in Martinica.

Si è formato come architetto e film-maker a Santiago. Vive e lavora a New York dal 1982. Il suo lavoro è stato ampiamente esposto in tutto il mondo. Ha partecipato alle Biennali di Venezia (1986), San Paolo (1987, 1989), Sydney (1990), Gwangju (1995, 2000), Istanbul (1995), Johannesburg (1997), Siviglia (2006) e Isole Canarie (2006), così come a Documenta, Kassel (1987 e 2002). Mostre personali hanno avuto luogo presso New Museum of Contemporary Art di New York, Whitechapel Art Gallery di Londra, Pergamon Museum di Berlino, Museum of Contemporary Art di Chicago, Moderna Museet di Stoccolma, MACRO Museo d’Arte Contemporanea di Roma, Fundación Telefónica di Santiago del Cile, Museé Cantonal des Beaux-Arts di Losanna, South London Gallery. In Italia ha realizzato, tra il 2004 e il 2005, la Trilogia di Gramsci, costituita da Cella infinita (Galleria Lia Rumma, Milano), Che cento fiori sboccino (MACRO, Roma), Le ceneri di Gramsci (Studio Stefania Miscetti, Roma), oltre a Prologo: Alla ricerca di Gramsci (Roma) ed Epilogo: Estetica della Resistenza (Como). È stato Visiting Professor al Corso Superiore di Arte Visiva della Fondazione Antonio Ratti nel 2005. Ha realizzato interventi pubblici in tutto il mondo. Alfredo Jaar ha ricevuto il Guggenheim Fellowship nel 1985 e il MacArthur Award nel 2000. Nel 2006 ha ricevuto il Premio Extremadura a la Creación, in Spagna. Numerose le monografie dedicate al suo lavoro.

 

Alfredo Jaar

La Fondazione ti consiglia
pagina 47424\