04-03-2020 18:30
Luogo: Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, viale Pasubio 5

Stagione Alternativa 2019/2020

Ingresso libero e gratuito fino a esaurimento posti

L’incontro Intervista sulle intolleranze / Brava Gente con Bruno Segre previsto per mercoledì 4 marzo alle 18.30 è sospeso e verrà ricalendarizzato. Per informazioni e aggiornamenti, clicca qui


Il ciclo di incontri Brava gente


Abbiamo bisogno di ascoltare storie di impegno che raccontino una versione non standard di gesti, di pensieri, di azione civile. Abbiamo deciso di dedicare un ciclo di quattro appuntamenti con figure pubbliche che hanno attraversato momenti essenziali dell’Italia contemporanea, non avendo una vocazione di eccezionalità, ma pensando appunto che non ci si poteva sottrarre. Abbiamo chiamato questo ciclo “Brava gente”, ma forse avremmo più propriamente dovuto chiamare questa serie “gli eroi del lunedì”, e spiegheremo fra poco perché.

Lo storico Eric Hobsbawm, quando ha parlato del XX secolo, lo ha chiamato il “l’Età degli estremi” (è il libro che in traduzione italiana si ha con il titolo Il secolo breve, che ha marcato, distorcendolo, tutto il dibattito pubblico sul senso di quella riflessione).

Il ‘900, tuttavia non è stato solo estremi. Mentre questi aprivano la scena a deflagrazioni drammatiche cariche di conseguenze, il Novecento si costruiva anche grazie a figure capaci di indicare una via, incarnare soluzioni possibili, con un duplice obiettivo: resistere alla tempesta del tempo e, al contempo, tracciare possibili ripartenze.


Tutti gli appuntamenti


Quali protagonisti si sono spesi personalmente e in prima linea per:

– lottare contro le intolleranze (Bruno Segre, 11 febbraio)? **Incontro annullato

– governare le trasformazioni industriali e del capitalismo (Piero Bassetti, 20 febbraio)?

– di conseguenza, per riflettere di libertà, di come si possano avere un’idea, una convinzione ferrea e una fede senza rinunciare al dubbio, al rispetto del pensiero altrui e alla possibilità del confronto (Piero Ricca, 12 marzo)?

– gestire le radicalità che emergono nei territori così da incanalare i conflitti all’interno di proposte politiche (Luigi Manconi e Gianfranco Manfredi, 21 marzo)?


Il prossimo appuntamento: Intervista sulle intolleranze \ Bruno Segre


 


Con Bruno Segre fondatore de “L’Incontro”, alle ore 18.30 in Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, Intervista sulle intolleranze del ciclo di incontri Brava gente.

modera
Rosa Polacco Rai Radio 3

Con la partecipazione di
Giancarlo “Elfo” Ascari, disegnatore.


Abbiamo pensato che fosse necessario ascoltare storie di altro tipo e di dare a quelle storie la possibilità di “fare un giro di tavolo” per non rimanere storie «private», ma diventare storie condivise. Ovvero perché possano diventare un patrimonio collettivo, pubblico.

Probabilmente, in altri tempi non avremmo fatto questa scelta, ma si vive nei tempi che ci è dato vivere e, senza avere una visione deterministica – come se alla quotidianità non ci fosse alternativa – noi pensiamo che un’alternativa ci sia, sempre; e pensiamo che ascoltare come si percorrono quelle strade attraverso le quali l’esperienza della alternativa, del pensare altro si fa largo, pur con fatica, costituisca una delle funzioni proprie del proporre riflessione civile.

È probabile che alcuni identifichino queste figure nella dimensione eroica, sia nella sua versione angelica che in quella luciferina, a seconda che le sentano vicine alle loro scelte o pensino che la loro vita sia esattamente il contrario di quella che perseguono o che auspicano di vivere.

Noi abbiamo pensato che queste storie «laiche» – appunto da «eroi del lunedì», che non vanno alla ricerca di medaglie e sono storie (spesso) controcorrente – siano uno strumento per pensare diversamente in questo nostro tempo.

Perché? Perché noi viviamo in un tempo in cui la paura è tornata a essere un attore fondamentale nei modi di pensare, di agire, di parlare. Una paura che si origina anche da una condizione di solitudine degli individui, in un tempo in cui le forme della partecipazione pubblica stentano a trovare lo spazio dove manifestarsi.


 

La Fondazione ti consiglia
pagina 69295\