Incontro pubblico \ Globalizzazione e sostenibilità
24-11-2017 10:00

Stagione Ribelle \ Let’s Think


Area di ricerca: Globalizzazione e sostenibilità
Percorso tematico: Equità e sviluppo

L’incontro si terrà in lingua inglese

Ingresso libero fino a esaurimento posti

 

Negli ultimi vent’anni il capitalismo ha mostrato segni di trasformazione che ne fanno presagire una crisi e una transizione verso equilibri più articolati. Di risposta emergono forze propulsive e aggregative che si pongono in netta contrapposizione con le ondate populistiche, nazionaliste e antidemocratiche che stanno investendo il mondo occidentale e la società contemporanea.

Ecco nascere, quindi, nelle città, laboratori di sperimentazione dove emergono moti organizzativi di matrice comunitaria animati da un crescente senso di appartenenza a una cittadinanza globale e orientati a ristabilire modelli sociali integrati e inclusivi.

Su questi temi venerdì 24 novembre alle 10.00, in viale Pasubio 5 a Milano, Fondazione Giangiacomo Feltrinelli organizza l’incontro Capitalismo senza società – una tavola rotonda con alcuni dei più acuti osservatori di questi fenomeni quali Saskia Sassen, Columbia University City of New York; Enzo Mingione, Università degli Studi Milano-Bicocca; Chiara Saraceno, Università degli Studi di Torino; Patrick Le Galès, Sciences Po di Parigi; Richard Sennett, London School of Economics. Modera la giornalista Franca Roiatti.

L’Osservatorio su idee e pratiche per un futuro sostenibile, progetto di ricerca di Fondazione Giangiacomo Feltrinelli che si occupa delle trasformazioni sociali, tecnologiche e territoriali contemporanee, propone un approfondimento e una analisi a più voci sulle città che non solo si configurano come un terreno entro il quale le diseguaglianze e i conflitti sociali risultano amplificati, ma diventano anche, laboratori per la sperimentazione di semi di cambiamento in grado di imprimere nuovi orientamenti virtuosi a beneficio della collettività.

 

Protagonisti
Saskia Sassen, Columbia University, City of New York
Enzo Mingione, Università degli studi di Milano-Bicocca
Chiara Saraceno, Università degli Studi di Torino
Richard Sennett, London School of Economics
Patrick Le Galès, Sciences Po di Parigi

Modera la giornalista Franca Roiatti.

 

Biografie dei partecipanti

 

Saskia Sassen è Robert S. Lynd Professor of Sociology alla Columbia University di New York. Il suo lavoro su città, immigrazione, economia globale e disuguaglianze le è valso numerosi riconoscimenti come il Premio Principe de Asturias nel 2013, l’elezione alla Royal Academy delle Scienze nei Paesi Passi e il titolo di Chevalier de l’Ordre des Arts et Lettres.

 

Chiara Saraceno è honorary fellow al Collegio Carlo Alberto di Torino. I suoi numerosi studi sulla famiglia, sulla quesitone femminile, sulla povertà e sulle politiche sociali sono stati pubblicati in Italia e all’estero. Nel 2005 è stata nominata  Grand’Ufficiale della Repubblica Italiana dal Presidente Ciampi e nel 2011 è stata nominata corresponding fellow della British Academy.

 

Richard Sennett è Centennial Professor di Sociologia alla London School of Economics e University Professor of the Humanities alla New York University. Il suo lavoro di ricerca etnografica, storica e teorica ha studiato in profondità i legami sociali nelle città e gli effetti del vivere urbano. Tra gli altri premi Richard Sennett ha ricevuto il Premio Spinoza, il Premio Hegel e una laurea ad honorem dall’Università di Cambridge.

 

Patrick Le Galès è professore a Science Po e direttore della ricerca al Centre d’études européennes et de politique comparée di Sciences Po a Parigi. Le Galès ha pubblicato numerosi saggi su temi come lavoro, governance, sociologia urbana, capitalismo ed Europa, tra cui l’importante saggio Le città europee: società urbane, globalizzazione, governo locale.

 

Enzo Mingione professore ordinario di Sociologia presso l’Università di Milano Bicocca, è uno dei principali sociologi italiani, già Preside della Facoltà di Sociologia dell’Università di Milano-Bicocca e Presidente della Fondazione Bignaschi. Si occupa principalmente di Sociologia economica ed è uno dei principali esponenti della Nuova Sociologia Economica europea. I suoi campi di ricerca scientifica riguardano la povertà e l’esclusione sociale con particolare attenzione ai contesti urbani; i meccanismi di regolazione sociale dell’economia e il settore informale dell’economia; il mercato del lavoro e la disoccupazione; la città i problemi urbani e regionali; i sistemi di welfare e le politiche sociali. Oltre a tali temi di ricerca ha approfondito la teoria sociale contemporanea con particolare attenzione all’approccio della Sociologia economica e a quello della Sociologia urbana.

La Fondazione ti consiglia
pagina 37598\