06-03-2019 18:30
Luogo: Fondazione Giangiacomo Feltrinelli - Viale Pasubio 5, Milano

In un momento chiave della lotta all’abuso sulle donne, la battaglia contro il tentativo di legalizzare lo sfruttamento sessuale chiamandolo “lavoro” ha raccolto un grido d’aiuto ignorato per troppo tempo.

Tra i militanti, la giornalista inglese Julie Bindel, scrittrice, protagonista di un incontro, il 6 marzo alle 18.30, in Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, per il nuovo appuntamento di BookLab, con la presentazione del libro “Il mito Pretty Woman. Come la lobby dell’industria del sesso ci spaccia la prostituzione”, pubblicato in Italia da VandA ePublishing e con Morellini editore.

Il volume raccoglie 250 interviste che Julie Bindel ha realizzato visitando bordelli legali, incontrando i mercenari di questa “tratta”, pornografi e sopravvissute alla prostituzione, conoscendo femministe abolizioniste, attivisti pro-sex work, poliziotti, uomini di governo e i consumatori del mercato, con l’obiettivo di sfatare il falso mito del sex work: la prostituzione non è un lavoro ma un abuso a pagamento. Oggi le donne che hanno vissuto la violenza della prostituzione hanno preso la parola contro la favola di Pretty Woman, dando vita a un movimento globale che sta portando avanti una battaglia a favore del Modello nordico, l’unico modello legislativo che protegge i diritti umani delle persone prostituite.


Con Julie Bindel, autrice de Il mito Pretty Woman. Come la lobby dell’industria del sesso ci spaccia la prostituzione (Vand A.epublishing e Morellini editore).

 

Julie Bindel

La Fondazione ti consiglia
pagina 54909\