Ricercatrice Fondazione Giangiacomo Feltrinelli
Ricercatrice Fondazione Giangiacomo Feltrinelli

Food Production, Food Consumption, Innovation for Change propongono il risultato di EXPO School, un’esperienza di riflessione in cui protagonisti sono i giovani che per la volta si affacciano alla ricerca e si confrontano con altri giovani già esperti. Tutto nasce nell’aprile 2014 quando Fondazione Feltrinelli inaugura il ciclo di EXPOschool che saranno realizzate nel corso del progetto di ricerca Laboratorio EXPO. Concretamente EXPOSchool ha voluto dire mettere insieme venti studenti di dottorato, post-dottorato e giovani ricercatori, selezionati tra oltre 140 domande di partecipazione ricevute

e invitarli a discutere attorno a due temi, agricoltura e nutrizione di estrema attualità, sia nel campo della ricerca scientifica, sia nel confronto mediatico. Cinque giorni di confronto su argomenti quali l’agricoltura sostenibile, le biotecnologie, la sicurezza alimentare e nutrizionale, l’economia del settore agroalimentare e la sicurezza energetica, coinvolgendo docenti dei principali atenei milanesi, che si sono alternati a tenere approfondimenti nel corso della scuola.

grano

Un’esperienza costruita sul principio della varietà: dei partecipanti, dei temi, delle scienze della vita. Varietà appositamente intesa per riflettere l’ampiezza dell’approccio di cui la comunità scientifica si deve oggi necessariamente dotare per comprendere appieno i problemi globali che stanno minacciando la possibilità di garantire a una popolazione crescente un diritto, quello a un cibo sano e sicuro, tanto imprescindibile quanto – oggi più che mai – fragile.

La complessità delle contingenze a causa delle quali milioni di persone globalmente che soffrono di fame cronica coesistono con un crescente numero di persone affette da disturbi causati da sovrappeso e obesità in un mondo in cui circa un terzo delle risorse alimentari prodotte è perso lungo la catena alimentare ogni anno, chiama urgentemente all’adozione di uno sguardo critico, tanto profondo quanto ampio, in grado di individuare cause e interconnessioni latenti.

Non saranno gli specialismi a strutturare la nostra presenza sulla Terra in maniera più sostenibile, bensì l’abbandono di questi verso una più moderna e sempre più necessaria multidisciplinarietà. La commistione di scienze diverse, ma anche di ricercatori diversi, costituisce, il valore che deve permeare un nuovo modo di fare ricerca, fortemente basato sul confronto, sullo scambio e sulla condivisione di dati, risultati e conoscenza. Al centro del percorso investigativo si pongono ora il problema approcciato da diversi lati e le sue possibili soluzioni, non più le prospettive individuali e le soluzioni parziali date da approcci settoriali. Strade diverse vengono ora percorse simultaneamente, arrivando, con maggiore efficacia, a un traguardo che diventa nuovo punto di partenza.

Bianca Dendena e Silvia Grassi
Ricercatrici di Laboratorio Expo


Scarica gli ebook di Expo School:

 

covercovercover

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La Fondazione ti consiglia
pagina 11988\